Recupero Password
Questa sera consiglio comunale: giro di poltrone all'ordine del giorno
14 ottobre 2004

MOLFETTA – 14.10.2004 Questa sera alle 18,30 è stato convocato il consiglio comunale di Molfetta nell'aula di palazzo Giovene in piazza Municipio. L'argomento più importante (almeno politicamente) all'ordine del giorno, riguarda la nomina del nuovo presidente del consiglio comunale al posto di Pino Amato, dimessosi per diventare assessore all'annona, alla polizia urbana e al senso civico al posto del dimissionario Antonio Ancona. Intanto al suo posto dovrebbe essere eletto Giacomo Germinario, mentre alla presidenza del consiglio comunale dopo che sono cadute le candidature di Giusi de Bari e di Carmela Minuto, dovrebbe andare Leo Petruzzella di Forza Italia, che da tempo scalpitava per avere un incarico visibile. Per De bari potrebbe arrivare la nomina alla società “Molfetta Porto”, dove però deve riuscire a superare l'altro aspirante del suo stesso partito Antonio Camporeale, caro al sen. Azzollini. La Minuto che aveva già messo sotto il cuscino la nomina di presidente, dovrà aspettare un giro. Infatti, il girotondo di poltrone non scontenta nessuno e il sindaco riesce a stare a galla. Che poi questa giostra possa produrre danni alla città, poco importa: per una poltrona si fa questo e altro. Del resto basta raccontare un po' di frottole (tipo la città a rete) a qualche decina di allocchi per autoconvincersi che Molfetta è una città proiettata verso un futuro radioso, come può evincersi dai suoi rappresentanti politici e istituzionali. Il consiglio comunale si occuperà anche di alcune interrogazioni e interpellanze dell'opposizione, come quella riguardante la riapertura del Pulo, dopo la gaffe del sindaco che accusava la Provincia di scarsa manutenzione, dimenticando di aver firmato una convenzione con lo stesso Ente per la gestione diretta del sito archeologico da parte del Comune. La data di questa riapertura è ancora incerta. Si provvederà anche a inserire il neo consigliere Germinarlo nella Commissione Sanità. Altri punti all'ordine del giorno riguardano l'edilizia: l'adozione dei piani urbanistici esecutivi di iniziativa privata nei comparti n.25, B2.2 e B3 del Piano regolatore generale. L'altro argomento importante, questo sì rilevante per i cittadini, riguarda la cosiddetta trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà ed eliminazione dei vincoli. Ben 7 consiglieri di opposizione hanno fatto richiesta di evitare un salasso per i cittadini come richiesto dall'amministrazione di centro-destra che ha bisogno di fare cassa e chiede soldi entro il 31 ottobre, mandando in crisi molti cittadini che hanno acquistato la casa in cooperativa e che oggi si vedono costretti a dover sborsare anche 10mila euro per acquisire subito un diritto di proprietà, che comunque otterrebbero in futuro. Tra l'altro in questo l'amministrazione comunale non è riuscita a dare un'efficace informazione ai cittadini, creando il panico fra gli interessati. Ma la battaglia più grossa si farà fuori del consiglio comunale per le nomine nelle aziende, dove gli appetiti sono tanti e si deve cercare anche di quadrare il cerchio.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet