Recupero Password
Quale politica culturale per Molfetta?
15 aprile 2001

Caro direttore, ho sentito dire che il candidato del centro-sinistra, Nino Sallustio, intenderebbe riproporre la stessa politica culturale dell’amministrazione Minervini, gli stessi eventi, le stesse manifestazioni, ritenendo, in tal modo, di dare continuità al modo di operare cultura di chi lo ha preceduto. Poiché sono della sua stessa parte politica, mi permetto di dissentire da questa ipotesi perché in questi anni non si è cercato di coinvolgere le associazioni culturali presenti nella nostra città, disattendendo un aspetto del famoso libro verde che prevedeva invece la creazione di una consulta per la cultura, promovendo e finanziando manifestazioni, di per se valide, ma che erano proposte da “amici”. Ritengo possa essere più necessario inserire nel programma culturale della prossima amministrazione la creazione di una consulta permanente per la cultura, come quella che tentò di realizzare l’assessore Amato, in modo da creare un maggiore legame tra il palazzo e le associazioni culturali che, in tal modo, non si sentirebbero emarginate ma potrebbero offrire una importante collaborazione nella creazione di eventi, senza continuare ad essere semplici postulanti. Con affetto Pietro Capurso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet