Recupero Password
Puglia in Jazz. Serena Fortebraccio "In a shape of a girl " Playing on Bjork heartbeat
22 gennaio 2015

Coraggioso il debutto della cantante pugliese Serena Fortebraccio, (Armstrong per gli amici, in inglese Arm- Strong appunto e' Forte-Braccio), nella scelta dell'interpretazione dei brani della cantautrice attrice islandese  Bjork,  ( artista di culto per la sua originalita' nell'usare la sua voce, molto particolare, con sonorita' elettroniche a livello compositivo alquanto contorta ), eliminando l'elettronica e sostituendola con sonorita' acustiche che danno in tono Jazzato a tutto il disco pur rimanendo alquanto fedele alle sonorita' vocali di Bjork.

Sicuramente visto il risultato eccellente,  Serena, deve aver amato da piccola la cantante Islandese per avergli tributato un album intero e in un modo che solo lei con la sua stupenda voce tendente alla sperimentazione poteva fare.

Non a caso la EmArcy etichetta storica di Jazz e altro, ha visto bene di avvallare il Progetto ritenuto validissimoe potenzialmente importante.

la fortebraccio e' una delle voci piu' interessanti che abbiamo in Puglia, oltre ad essere una persona stupenda avendola conosciuta, che utilizza la voce in modo non convenzionale e non lineare, caratteristiche  delle grandi voci Jazz,  ma lei va anche oltre il Jazz spaziando in quelle che sono le tante sonorita' esistenti nell'universo musicale, non a caso a scelto un'artista come Bjork per il suo debutto discografico, dimostrando sicurezza e bravura da subito.

L'acustica al posto dell'elettronica da' un tocco d'eleganza al disco che stranamente arricchisce i brani e li rende incisivi e allo stesso tempo eterei e atmosferici, grazie anche alla partecipazione di ottimi musicisti come Mirko Signorile al piano, Giorgio Vendola al contrabbasso, Pippo D'ambrosio alla batteria e percussioni, Roberto Ottaviano al sax soprano e al clarinetto basso e davide Viterbo al violoncello, e lei invece con la voce da' dimostrazione di versatilita' non comune frutto di studio e ascolto di grandi voci che l'hanno formata come Demetrio Stratos, Meredith Monk, Maria Pia de Vito, per citarne alcuni. Brava anche nel cantare alcuni brani ( Vokuro e Visur Vatnsenda Ròsu ) in Islandese, lingua alquanto spigolosa, prova che ha superato ottimamente, con fare incisivo, avvolgente e sinuoso;  gli altri brani, tutti in inglese, a parte uno strumentale. Ma su tutti spiccano il primo " an echo, a stain ",  " Play dead " ( signorile e' stupendo al piano ) e  " Isobel ".   " Joga e Oceania " i brani piu' avvolgenti.

Insomma un lavoro di ottima fattura e un debutto eccellente per un'artista che potrebbero ( dovrebbero ) invidiarci in molti, essendo Pugliese Doc, nata a Trani pur vivendo da molto a Bari, non a caso e' membro stabile della formazione delle Faraualla, gruppo vocale spettacolare tutto al femminile con cui gira l'Italia e l'europa, e ha comunque vari progetti in atto oltre il Bjork Songbook.

Biografia  Serena Fortebraccio.

Serena Nasce a Trani, in Puglia, nel1979.  Interessata da piccola alla musica, intraprendere  un percorso formativo musicale classico e  lirico e a quindici anni sceglie la vocalità come mezzo di espressione approdando al Jazz. Frequenta  “Il Pentagramma” di Guido Di Leone, dove studia con Paola Arnesano, Guido Di Leone, Vito Di Modugno e il compositore e arrangiatore Gianluigi Giannatempo, a contibuire alla sua formazione Jazzistica.

Durante gli anni di studio Serena partecipa inoltre a seminari e master class sul canto e l’improvvisazione jazzistica, tenuti da Maria Pia De Vito, Anne Ducros, Michele Endricks, Bobby McFerrin, Danilo Rea, Tuck Andress e Patty Cathcart.

Da sempre affascinata dalla voce umana (che ritiene strumento potenzialmente illimitato) si appassiona alle tradizioni ed agli stili vocali di diverse culture del mondo ed epoche storiche, come partenza per la propria sperimentazione. E molti spunti di ricerca e di approfondimento arrivano dal percorso di formazione in Musicoterapia presso la storica Scuola Quadriennale di Assisi dove approfondisce gli aspetti socio-psicologici della musica, vista come strumento di comunicazione profonda. Il che le permette di riconnettere le sue passioni di sempre: musica e medicina.

Intraprende l’attività concertistica nel 2000, esibendosi con Vito Di Modugno, Max Monno ( con il quale collabora nel progetto “ Treni a vapore” , ed incide l’omonimo album per Fo(u)r Records nel 2010) e Mirko Signorile, con cui fonda il progetto in duo “ Le sfere di Pannonica”.

Oltre ai già citati Di Leone, Di Modugno e Monno, la lista delle sue collaborazioni si estende a Massimo Manzi, Massimo Moriconi, Gaetano Partipilo, Mirko Signorile, Pippo D’Ambrosio, Mezzotono, Maria Pia De Vito, Giorgio Vendola, Paola Arnesano, Gabriella Schiavone e Faraualla, Ettore Carucci, Alessandro Napolitano, Poldo Sebastiani, Raffaele Casarano, Giuseppe Bassi , Vince Abbracciante, Fabio Accardi, Nando Di Modugno, Roberto Ottaviano, Davide Viterbo, Paolo Damiani ( con il progetto IF, insieme Régis Huby, Luca Aquino, Émile Parisien, Benjamin Moussay, Antonio Jasevoli,Sylvain Darrifourcq), Massimo Carrieri, Interiors ( Valerio Corzani ed Erica Scherl), con i queli collabora in un progetto di elettronica intitolato " Terra Madre/Terra Matrigna.

Da sempre curiosa e musicalmente eclettica, i suoi interessi e la sua ricerca si estendono alla musica elettronica, al rock, alle musiche contemporanea, medievale e antica.

Nel 2008, entra a far parte dell’ensemble Faraualla, con il quale collabora ancora oggi, partecipando a numerosi festival. Sempre in seno all’ensemble Faraualla si esibisce con i già citati De Vito e McFerrin, Pino Minafra e La Banda, Minafric, Livio Minafra, Hugh Masekela, Terrae, Folkabbestia, e partecipa a numerose incisioni discografiche.

Nell'arco degli ultimi anni, attraverso svariati progetti, si esibisce nell'ambito di rassegne, festival e manifestazioni come "Bari in Jazz, Maggio Napoletano, Ravenna Festival ( a cura di Riccardo Muti), "Una striscia di terra feconda" a Roma, " Nel Gioco del Jazz" a Bari, Talos Festival a Ruvo di Puglia, Decennale dell'Auditorium Parco della Musica in Roma, Estivoce a Pigna ( corsica), Festival de Musiques Anciennes de La Réole, Festival Toulouse d'Eté,Festival Adriatico/Mediterraneo ad Ancona, Materadio, la festa di Radio3 a Matera, calcando palchi emozionanti, come la Filarmonica di Berlino nel 2013, con Faraualla e la Banda di Pino Minafra.

Nel 2013 esce per Emarcy/Universal, il suo primo album da leader dedicato alla compositrice islandese Bjork, ed intitolato " In a Shape of a Girl-playing on Bjork's heartbeat".In questo progetto Serena collabora       con Mirko Signorile, Giorgio Vendola, Pippo D'Ambrosio, Roberto Ottaviano e Davide Viterbo.

Sempre nel 2013 esce " Ogni Male Fore", ultimo album Faraualla, il primo a vedere la sua partecipazione nell'ensemble vocale.

Dal 2009 fa parte dello staff formativo della Scuola di Musica “ Il Pentagramma” di Guido Di Leone a Bari.

Discografia di Serena Fortebraccio.

Serena Fortebraccio-In a Shape of a Girl... playing on Bjork's heartbeat ( Emarcy/Universal Classic and Jazz 2013 ).

Faraualla-Ogni Male Fore DigressioneMusic 2013 ).

Paolo Magno plays Armando Trovajoli-L'Ospite ( Fo(u)r Records 2013 ).

Fabio Accardi-Whispers ( Mordente Records 2012 ).

Faraualla-Miragre! Le Cantigas de Santa Maria dell'Adriatico di Bisanzio ( Digressione Music 2012 ).

Michle Lobaccaro-Un'ala di riserva. Messa laica per Don Tonino Bello (with Faraualla) ( La Meridiana Editions 2011 ).

Folkabbestia-Girano le Pale (with Faraualla) ( Sunny Cola 2010. Distributed By Universal ).

Max Monno-Treni a Vapore ( Fo(u)r Records 2010 ).

Guido Di Leone & Singers-Swingin' Christmas ( Fo(u)r Records 2009 ).

Autore: Antonio Pisani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet