Recupero Password
Premio al Classico per un video su Palazzo Cappelluti
15 giugno 2011

Per il secondo anno consecutivo il Liceo Classico “L. da Vinci” non ha lasciato che la sua partecipazione alle Olimpiadi del Patrimonio passasse inosservata. Queste Olimpiadi vengono organizzate ogni anno dall’ ANISA (Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte) allo scopo di coinvolgere i ragazzi di tutta Italia nell’attività di valorizzazione del proprio territorio, generalmente attraverso progetti volti al recupero di edifici storici abbandonati o caduti in disuso. Il tema di quest’anno richiedeva di elaborare un progetto su un’opera, un autore, un edificio o una piazza del proprio territorio, legata al periodo pre o post -Unità d’Italia. La squadra del Liceo Classico, formata da Nicola Stanzione, Lucrezia Poli (già tornati vittoriosi dall’edizione scorsa) e Serena Porta ha vinto il II premio nel corso della finale nazionale, tenutasi a Roma il 9 maggio scorso, nella strepitosa sede dell’Accademia di S. Luca, premiazione preceduta dalla lectio del prof. Moschini. I ragazzi, guidati dalla prof.ssa Chiara Troccoli, docente di Storia dell’Arte al Liceo hanno condotto uno studio circa le vicende dello sviluppo urbanistico di Molfetta, avvalendosi dei preziosi scritti dell’Architetto Corrado de Judicibus. Al termine di questa prima fase di ricerca hanno presentato un video, che ha la firma di Nicola Stanzione e che illustra il progetto di lettura del territorio elaborato dal team molfettese, soffermandosi in particolare su uno splendido edificio della storia ottocentesca di Molfetta, Palazzo Cappelluti. I ragazzi hanno denunciato la scomparsa di un edificio che ha rappresentato il fiore all’occhiello di Piazza Garibaldi, nonostante non sia stato facile reperire fonti fotografiche che ritraessero il palazzo. A questo proposito, Nicola Stanzione, intervistato da “Quindici” ha raccontato: «Scegliere da parte nostra di analizzare l’ex Palazzo Capelluti è stata una sfida: la prima difficoltà è stata quella di reperire il materiale fotografico di un palazzo “condannato a morte” nel 1971, anno in cui è stato abbattuto per motivi ancora sconosciuti, si parla di speculazione edilizia e interessi politici ed economici; fortunatamente, grazie al fotografo Alfonso Bisceglie, siamo stati in grado di reperire alcune foto del palazzo». Caratteristica singolare del video, che probabilmente ne ha costituito l’elemento vincente è stata l’aver unito, per la prima volta, tutte le fotografie esistenti di Palazzo Cappelluti. Dopo l’esperienza dell’anno scorso in cui i ragazzi, sempre guidati dalla professoressa Troccoli, si sono guadagnati il secondo posto nazionale, l’ulteriore vittoria di quest’anno, ottenuta con impegno, dedizione e professionalità, li ha ancor più riempiti di orgoglio e soddisfazione. D’altronde con un video di alta qualità, sicuramente superiore rispetto agli elaborati degli altri finalisti, i ragazzi del Liceo Classico non avrebbero che potuto raggiungere un ottimo posizionamento, portando a casa, ancora una volta, un risultato sudato ma certamente molto gratificante. E il progetto dei ragazzi di certo non si è chiuso con la premiazione; infatti, conclude Nicola: è nostra intenzione presentare il cortometraggio alla cittadinanza molfettese, spinti dalla sincera volontà di difendere e salvaguardare la memoria storica di un palazzo bellissimo, purtroppo oggi non più presente.

Autore: Gabriella Abbattista
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet