Recupero Password
Porta (Rifondazione): anche Molfetta avrà il suo lago dei cigni. Nuove bugie sulle lame
08 marzo 2010

 MOLFETTA – Sui talk show organizzati dal Comune di Molfetta, prende posizione Gianni Porta (foto), consigliere comunale di Rifondazione comunista e candidato alle elezioni regionali a sostegno di Nichi Vendola.

«Ieri mattina – dice Porta - si è tenuto il secondo dei quattro incontri organizzati dall'Amministrazione comunale su temi sensibili per la città (bando cooperative edilizie; Pip, lame e opere di mitigazione; piano strategico comunale; vincoli paesaggistici nelle nuove zone di urbanizzazione).
È stato un incontro davvero sorprendente.
1. Perché la maggioranza di destra anziché fare comizi e iniziative di partito sceglie di organizzare incontri istituzionali nel pieno della campagna elettorale.
2. Perché l'Amministrazione organizza incontri riguardo il tema del rischio idrogeologico su cui da un anno e mezzo a questa parte ha sempre liquidato il tutto con battute e spallucce, irridendo l'opposizione e le associazioni ambientaliste.
3. Dopo aver appreso nei giorni scorsi della bocciatura da parte del Tribunale superiore delle acque pubbliche del ricorso del Comune che chiedeva la sospensiva della delibera dell'Autorità di Bacino, ascoltiamo l'Assessore Uva che afferma di voler avere una linea collaborativa con l'Autorità di Bacino.
4. Grazie all'intervento molto interessante e intellettualmente onesto del prof. Romanazzi abbiamo appreso ieri che il canale di mitigazione, che dovrebbe far defluire eventuali piene dalla zona Pip alla dolina Gurgo, è ancora in una fase iniziale di studio mentre a gennaio scorso l'Amministrazione comunale indiceva una conferenza stampa per “vendere” la cosa come quasi in dirittura d'arrivo e su cui c'era già un assenso informale dell'Autorità di Bacino (assenso smentito invece dall'Autorità di Bacino nel corso di un incontro pubblico tenutosi qualche settimana fa).
5. Sempre per bocca del prof. Romanazzi abbiamo appreso che è in corso uno studio di fattibilità di questo canale in cemento armato e che la dolina in questione – tra l'altro sottoposta a vincoli dal Piano Regolatore Generale – potrebbe anche non avere i requisiti necessari ovvero la capienza prevista per fungere da “vasca raccoglitrice” delle acque di un'eventuale piena.
6. Ancora, abbiamo appreso che qualora la dolina non fosse abbastanza capiente si potrebbero anche ipotizzare trivellazioni per costruire pozzi di deflusso delle acque e che si potrebbe realizzare anche un laghetto artificiale!
Ora, noi sicuramente non siamo esperti ingegneri e costruttori ma alcune considerazioni molto elementari siamo in grado di farle.
Da mesi l'Amministrazione ha negato che ci fosse un problema di rischio idrogeologico, adesso invece si affanna per trovare soluzioni tra un ricorso bocciato e l'altro, con il rischio di ulteriori stravolgimenti del territorio.
Inizialmente nei mesi scorsi si è affermato che eventuali acque di piena mai e poi mai, a causa delle pendenze, avrebbero potuto interessare la futura zona Pip e anche l'attuale, adesso invece si afferma che il canale da costruire metterà al riparo i capannoni delle presente e della futura zona artigianale (dobbiamo dare ascolto all'Ing. Altomare dei mesi scorsi fa oppure a quello ascoltato ieri?).
Per bocca dello stesso prof. Romanazzi incaricato dall'Amministrazione per il progetto dell'opera apprendiamo che potrebbero anche non esserci le condizioni per realizzarlo (o che si potrebbero addirittura praticare trivellazioni). Che altro dire...
Paradossalmente questi irrituali incontri istituzionali in piena campagna elettorale (quando invece in altri periodi Sindaco e maggioranza rifiutano chiarimenti e si sottraggono ai confronti) consentono alla cittadinanza di conoscere le giravolte e le idee strampalate dell'Amministrazione su questioni serie che attengono allo sviluppo produttivo ma soprattutto alla messa in sicurezza del territorio e alla incolumità di cose e persone».
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet