Recupero Password
Pirp Madonna dei Martiri, ancora un ricorso al Tar contro la Regione Puglia
21 novembre 2011

MOLFETTA - Sono passati oltre venti mesi dalla data di pubblicazione (era il 9 marzo 2010) della sentenza con cui il TAR Puglia-Bari accoglieva il ricorso del Comune di Molfetta contro l'esclusione del Pirp (progetto integrato di riqualificazione delle periferie) del quartiere Madonna dei Martiri dalla graduatoria regionale. Ed è trascorso quasi un anno dal momento in cui la Regione Puglia deliberava di porre fine al contenzioso con una proposta transattiva che destinava al Pirp di Molfetta 2.400.000 euro (fondi Iacp) per gli interventi di edilizia residenziale (da prelevarsi dai fondi ex lege n. 560/1993) in modo da garantire la copertura dell'intero importo di 4 milioni di euro richiesto dal Comune. Tuttavia, ad oggi, Molfetta non ha ancora ottenuto il finanziamento Pirp che le spetta.
Il sindaco Antonio Azzollini ha fatto nuovamente ricorso al Tar Puglia contro la Regione Puglia per chiedere che venga data esecuzione alla sentenza del 9 marzo 2010. È lo stesso Azzollini a spiegare - in una lettera inviata all'assessore regionale all'Urbanistica, Angela Barbanente - le ragioni di questo ennesimo ricorso ai giudici amministrativi: Azzollini fa notare che il ricorso al Tar si rende necessario "anche al fine di evitare il rischio di veder perimere i contributi ad essa spettanti in caso di mancato utilizzo degli stessi entro la scadenza prevista". Il sindaco di Molfetta sottolinea, inoltre, che non esiste alcuna ragione che impedisca alla Regione Puglia di erogare i fondi dal momento che, come previsto dalla norme, "il rilascio delle autorizzazioni propedeutiche alla realizzazione delle operazioni ammesse a finanziamento deve seguire - e non precedere - la stipula del disciplinare che regola i rapporti tra la Regione e il Comune beneficiario del contributo".
"In ogni caso - conclude il sindaco Azzollini - fermi restando il ricorso già proposto dinanzi al TAR per l'esecuzione nei termini appena indicati della richiamata sentenza ed ogni altra impugnativa già presentata o a presentarsi", il Comune di Molfetta si rende pienamente disponibile, "nello spirito di leale cooperazione cui devono essere informati i rapporti tra Amministrazioni", a partecipare ad una eventuale conferenza di servizi "da tenersi anche contestualmente alla stipula dell'accordo di programma per l'acquisizione immediata del parere definitivo dell'Autorità di Bacino della Puglia (e ciò, al solo fine di concludere la procedura in oggetto, non essendo tale parere necessario anche alla luce del giudizio promosso dal Comune scrivente dinanzi al Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche)".

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet