Recupero Password
Piazza delle Erbe, via al maquillage Entro 5 anni cambierà aspetto una zona storica della città
15 maggio 2002

Piazza delle Erbe (nella foto) verrà a breve sottoposta ad un intervento di maquillage. Infatti in questi giorni è stata consegnata all'impresa che si è aggiudicata i lavori su cui il Comune aveva deliberato nel marzo del 2001. Il tempo intercorso è servito per l'espletamento delle formalità previste dalla legge. Si trattava della valutazione delle opposizioni presentate dai soggetti privati interessati dagli espropri indispensabili per l'attuazione del progetto. Una volta completata questa fase è stato possibile consegnare il cantiere. Il termine previsto per la realizzazione dell'opera è stato fissato, sempre nel marzo 2001, in cinque anni. La piazza ha indubbiamente delle caratteristiche peculiari come momento di passaggio dal porto alla città: strutturata come una terrazza su un livello differente sia dal mercato ittico, a cui è collegata, sia da via Catacombe, è stata sicuramente trascurata nel corso degli anni, forse per non essere praticabile dalle automobili, fatto questo che l'ha isolata, idealmente prima che realmente, dalla “mappa mentale” che ognuno di noi si fa della propria città. Per questo motivo il progetto che, a distanza di un anno, si va ad attuare in questi giorni merita attenzione e considerazione. Poterebbe essere il primo passo per mutare l'intera zona. Infatti l'oggetto dell'opera non è semplicemente la riqualificazione della piazza, ma anche la riqualificazione di vico Catacombe, e - forse l'elemento più importante dell'intero progetto - il recupero degli edifici su via S. Croce, in modo da destinarli a ludoteca e campo da gioco. A margine della presentazione dell'intervento ci sia consentita una valutazione della stessa. Si tratta di un'opera di ampio respiro, che porta a com-pimento le valutazione e le idee che nel corso di questi anni, soprattutto sotto l'impulso di Università e Politecnico, erano state avanzate sulla zona, ingiustamente trascurata, magari ricordata solo per la presenza al suo interno di qualche locale che rende questa zona di Molfetta conosciuta anche altrove. Una situazione che sicuramente non poteva essere ritenuta soddisfacente da chi ritiene importante che tutta la città sia vissuta bene. Infatti, come tanti studi hanno confermato, il primo sistema perché una città sia sicura è che gli abitanti della città stessa se ne sentano proprietari, in ogni sua parte, dalla più pubblica alla più intima e nascosta. Si tratta di un'opera di “sorveglianza” che produce risultati migliori della presenza di gente armata a tutela dell'ordine pubblico, come ogni tanto viene proposto da alcuni rappresentati politici. Certo, è sicuramente più facile spedire forze di polizia laddove non ci piace andare e lasciare che tutta la responsabilità ricada sulle loro spalle. Ma la città è nata come luogo in cui vivere come compagine sociale: siamo perciò tutti chiamati a viverci dentro, e cambiare, se necessario, anche i nostri modi di considerarla, affinché tutta la città sia valutata allo stesso modo, senza avere le zone “in” e le zone “out”. In questo modo ci sentiamo di sostenere l'intervento su piazza delle Erbe, e al tempo stesso ci impegniamo ad informarvi dei suoi sviluppi af-finché sia fruibile a breve termine da tutti. Nicolò Visaggio
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet