Recupero Password
Per la zona Asi, si distrugge il territorio Allarme di Legambiente: a rischio 14 siti storici
15 ottobre 2002

Puliamo il Mondo 2002. A Molfetta con Legambiente e Archeoclub. Ripulendo un'antica calcara, un forno per la produzione di calce, situata in località Coda della Volpe si è voluto richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica su quello straordinario patrimonio culturale, paesaggistico e architettonico costituito dal territorio rurale che circonda la città di Molfetta che rischia di essere in buona parte distrutto, in breve tempo e nell'indifferenza di troppi, dalla contemporanea sussistenza di vari fronti di aggressione. Attraverso accordi di programma e conferenze di servizi, infatti, sono state o stanno per essere presentate una quantità inaccettabile di varianti al Piano regolatore – da pochissimo approvato – che rischiano di sgovernare l'assetto del territorio nullificando di fatto il Piano. All'interno della zona Asi, un articolo delle Norme Tecniche di attuazione del Putt dichiara che “Le norme contenute nel Piano non trovano applicazione all'interno dei territori disciplinati dai Piani delle Aree di Sviluppo Industriale”, con il risultato, visibile da chiunque, che si stanno realizzando capannoni industriali a pochi metri di distanza da importanti architetture dell'XI secolo, che non si attribuisce alcuna valenza paesaggistica alle aree intorno alle torri, che non si tiene in alcun conto l'esistenza di un complesso sistema di lame e di opere idrauliche connesse. Nella sola zona Asi, Legambiente e Archeoclub hanno censito 14 siti di importanza storica a rischio, due dei quali sono già stati distrutti e molti altri già duramente compromessi. L'Oasi faunistica di Torre Calderina, che ricade per metà nel territorio di Bisceglie, è nelle mire della speculazione edilizia che spera di poter aggirare i vincoli di tutela per concludere lucrosi affari cementificando uno degli ultimi tratti di costa ancora integri della provincia di Bari. Il paesaggio, quell'insieme straordinario di opere dell'uomo e della natura, costituisce un patrimonio irrinunciabile che non può essere spazzato via senza distruggere, insieme, la memoria e l'identità della città. Legambiente Circolo di Molfetta
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet