Recupero Password
Nuove operazioni della Guardia di Finanza: scoperto un "bar" clandestino Sequestrati 1.300 litri di gasolio; denunciato falso assicuratore e sequestratata discarica abusiva di amianto
08 settembre 2006

MOLFETTA - Nuove operazioni della Guardia di Finanza di Molfetta al comando del ten. Mattiello. I militari hanno scovato un evasore fiscale totale che aveva abusivamente avviato nella propria abitazione, una vera e propria attività di somministrazione di alimenti e bevande, peraltro senza le prescritte autorizzazioni amministrative e sanitarie. Da una finestra dell'abitazione del Rione Madonna dei Martiri, al piano terra i clienti potevano effettuare le loro ordinazioni e il titolare del “bar” incassava il corrispettivo. Un accesso nei locali ha portato alla scoperta all'interno dell'esercizio commerciale abusivo di banconi frigo, bevande, scaffalature e generi alimentari di ogni specie. Sono in corso accertamenti di natura tributaria per la ricostruzione del volume d'affari prodotto dall'esercizio e per la quantificazione del reddito imponibile sottratto a tassazione. Se si pensa che la Caserma della Guardia di Finanza di Molfetta è situata proprio a ridosso del rione Madonna dei Martiri, c'è da pensare che il titolare del "bar" deve essere troppo ingenuo, oppure abbastanza presuntuoso da pensare di poter svolgere quest'attività illecita proprio sotto il naso dei finanzieri. Sempre i finanzieri di Molfetta hanno individuato e sottoposto a sequestro un'area di 15mila metri quadri adibita a discarica abusiva di rifiuti pericolosi al quartiere Madonna della Rosa: ondulati di cemento-amianto oltre a carcasse di elettrodomestici e inerti da demolizione. L'operazione si è conclusa con la denuncia per violazione alla vigente normativa ambientale, di sei persone. Sono in corso accertamenti per risalire alla provenienza dei rifiuti e per verificare il livello di inquinamento, in considerazione della volatilità delle fibre di amianto e dei danni alla salute derivanti dalla esposizione all'aria di materiali giudicati pericolosi. Con un altro intervento la Guardia di Finanza di Molfetta ha denunciato un uomo di 35 anni che millantava di essere un "capo organizzazione e formazione consulenti assicurativi". In questa "veste" stipulava polizze vita a nome di ignari cittadini al fine di incassare le provvigioni aggiuntive riconosciute dalla compagnia assicurativa a chi procurava nuovi clienti. Infine, l'ultima operazione ha riguardato il sequestro di 1.300 litri di gasolio per autotrazione, una cisterna e una colonna con apposita pistola erogatrice in un deposito al confine tra Molfetta e Terlizzi. La detenzione e l'utilizzo dei materiali sequestrati sono risultati privi delle prescritte autorizzazioni. Una persona è stata denunciata all'Autorità Giudiziaria. Le indagini proseguono per individuare la provenienza del gasolio sequestrato.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet