Recupero Password
No all'arresto di Azzollini, Guglielmo Minervini (“Noi a sinistra per la Puglia”): consumata la mutazione genetica del Pd
31 luglio 2015

BARI - "Nel giorno in cui Denis Verdini entra di fatto in maggioranza e più di due terzi dei Senatori del Partito Democratico respingono la richiesta d'arresto di Antonio Azzollini, possiamo dire che è giunta a compimento la mutazione genetica del Partito Democratico.

Lo dice in una nota il capogruppo di “Noi a Sinistra per la Puglia”, Guglielmo Minervini (foto).

"È incredibile - continua Minervini - come il Partito Democratico abbia fatto marcia indietro rispetto a quanto votato in Giunta. O alle dichiarazioni del suo Presidente Orfini che, solo qualche settimana fa, aveva detto che il PD avrebbe dato seguito alla richiesta della Procura di Trani.

È evidente che le ragioni di questa spericolata inversione vanno ricercate sul piano della politica: oggi è nato il Partito Democratico a vocazione verdinian-azzoliniana, un partito fondato sugli interessi del ceto politico, su quelli della casta e della sua autotutela. 

E, in nome di questi interessi, si gioca con grande colpevole leggerezza con l'asticella della legalità: si comincia chiudendo un occhio, poi tutti e due e alla fine ci si ritrova palude.
Un tempo questo modo di procedere si chiamava questione morale", conclude Minervini.

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet