Recupero Password
Molfetta, lavori di straordinaria disorganizzazione: pali sradicati e semafori a mezzo servizio
14 novembre 2011

MOLFETTA – E siamo a quota cinque. Non si tratta del numero dei cartelli stradali distrutti, ma dei giorni che sono trascorsi senza che nessuno abbia preso i dovuti provvedimenti. Questa volta si tratta del segnale stradale di stop posizionato sul rondò di via Ruvo che da giorni, nell’indifferenza di chi dovrebbe occuparsene, è lì riverso sul marciapiedi. Forse a seguito di un incidente, vista la presenza di vetri in terra, il segnale stradale è stato completamente sradicato, causando anche la parziale distruzione delle mattonelle del marciapiedi.
A questa totale noncuranza, si aggiunge il disinteresse nei confronti dell’incolumità dei cittadini che sono costretti a camminare nell’aiuola per evitare di inciampare (il segnale occupa una superficie piuttosto ampia). Per non parlare poi dei pedoni che decidono di evitare il cartello camminando direttamente per strada, noncuranti dei possibili rischi. In fin dei conti i marciapiedi sono fatti proprio per permettere ai pedoni di passeggiare in tutta tranquillità e lontani da qualsiasi pericolo, ma questo a Molfetta non sempre accade.
Sempre nelle vicinanze, al termine del prolungamento di via Francesco Samarelli, un altro cartello è a rischio (sotto il ponte di via Ruvo), forse preda delal follia vessatoria di qualche scellerato. Questa volta però c’è la possibilità che possa cadere da un momento all’altro, colpendo un pedone oppure un’automobile che in quell’istante sta circolando in zona.
Perché nessuno controlla la stato della segnaletica? Anche i semafori mal funzionanti (spesso all’incrocio tra via Salvucci e via la Malfa o tra via Belinguer, strada provinciale per Bitonto e via Madonna della Rosa, o ancora all’imboccatura della Prima cala) sono ripristina tardivamente, anche dopo una settimana.
Questi che dovrebbero essere servizi di ordinaria amministrazione, a Molfetta diventano lavori di “straordinaria disorganizzazione” da parte di chi dovrebbe tenere alla funzionalità della viabilità cittadina.
 
© Riproduzione riservata
 
Autore: Angelica Vecchio
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Il territorio della nostra Città? Ebbene, secondo la mia opinione, rispecchia totalmente il nostro senso civico che è rafforzato anche dall'aspetto "esteriore" di chi ci governa. Siamo tutti abituati all'abbigliamento disinvolto del nostro S.S.P.: sembra un uomo che vuole stare a proprio agio, almeno quando non è costretto dall'onere della sua carica parlamentare, ad essere "paludato" nell'abito scuro, con camicia e cravatta. Devo dire che in parte condivido questa sua scelta di comodità. Tuttavia, come è stato osservato ultimamente (solita giacca stazzonata, polo, pantaloni e "coppola") al solito in tenuta informale, sarebbe stato di "routine", se non fosse stato per il fatto che stava masticando, in modo ...sguaiato (non trovo altre parole per definire), non so cosa, mentre salutava i suoi simpatizzanti. L'effetto complessivo, ripeto, pur condividendo le sue scelte sartoriali, nelle occasioni non pubbliche, dava un quadro piuttosto inquietante. Caro sindaco, almeno la forma, salviamola. Lo sappiamo che sei un sindaco ...contadino, ma credo che come sganasciavi masticando, non lo fa neanche un Contadino (con tutto il rispetto). Vedi, caro sindaco, nessuno vuole insegnarti nulla, però certi atteggiamenti di eccessiva disinvoltura, "avvicinano" sì il politico alla Gente, ma hanno il difetto, nella situazione media della nostra Città, di riflettere anche lo stato della stessa. Non so come percepirai questa mia osservazione, ma un pò più di osservanza istituzionale, non guasterebbe. Un saluto da un tuo concittadino.


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet