Recupero Password
Molfetta, il consiglio comunale rinvia il nuovo regolamento di Polizia municipale con le armi ai vigili
24 novembre 2009

MOLFETTA - Non si è ancora discusso in Consiglio comunale della dotazione di armi ai vigili urbani. La discussione, infatti, è stata sospesa ai primi punti del regolamento del Corpo di Polizia Municipale.
Già nella discussione preliminare, però, la legittimità della proposta di un nuovo regolamento ha vacillato di fronte alla soggettività delle motivazioni addotte dalla maggioranza: trasformazione urbana e sociale, “caduta dei valori”. Un’analisi che stimola riflessioni sociologiche delle più impegnative, ma che appare davvero troppo “astratta” e generica per giustificare cambiamenti così concreti, forse fin troppo materiali: le pistole ai vigili urbani, altro che sculacciate. Tanto per far riscoprire alla gente i valori eticamente corretti, quelli specificamente umani: Dio, la Patria e il padre molto probabilmente, quali se no.
Ma andiamo con ordine.
Mino Salvemini (PD) consigliere di opposizione, porta l’attenzione del Consiglio la presentazione del libro di Gianni Lannes, “Nato, colpito e affondato”, tenutasi sabato 14 Novembre, che l’amministrazione, pur essendo stata invitata, ha disertato. Il libro dimostra con validi elementi di prova che le dinamiche che portarono, il 4 novembre 1994, all’affondamento del Francesco Padre, non coincidono con quelle esposte nel decreto di archiviazione. Per Mino Salvemini, è necessario che il Consiglio e il sindaco, anche in qualità di senatore, richiedano la riapertura delle indagini. La spesa per prelevare il relitto è di 4 milioni di euro.
Il sindaco Antonio Azzollini ricorda che già dal ’96 al ’99 ha avanzato richieste e interrogazioni parlamentari per il recupero del natante, ma gli fu negato il recupero.
Si passa al secondo intervento per fatto grave, quello di Giovanni Abbattista (PD), che denuncia le difficoltà che sistematicamente i consiglieri di opposizione incontrano quando cercano di venire in possesso degli atti amministrativi. E’ evidente “la volontà di frustrare, mortificare i diritti dei consiglieri di opposizione”. Per questo, Abbattista si dice pronto persino a fare ricorso alla Magistratura.
Si passa alle interrogazioni consigliari. Il socialista Nicola Piergiovanni chiede chiarimenti sulla postazione ormai fissa di caravan e roulotte nei pressi di via Fontana, chiedendo se i proprietari dei caravan sono autorizzati, ma focalizzando l’attenzione sull’esigenza di individuare nuove aree per il loro posteggio. Come risponde l’assessore al Bilancio Giulio La Grasta (PDL), i proprietari sono autorizzati e l’assessorato si sta impegnando per la riscossione.
All’interrogazione dei consiglieri di opposizione Mauro De Robertis (La rosa bianca) e Leonardo Siragusa (Sinistra e Libertà),  sul motivo per cui Vico Garibaldi sia rimasto a traffico limitato pur non essendoci più il SER, è l’assessore alla polizia urbana e annona  Anna Maria Brattoli (Pdl) a dare una risposta. In verità molto ambigua. L’assessore, come fa notare De Robertis, legge una relazione del comando della Polizia urbana, in cui si afferma che la questione è di competenza dell’amministrazione. Ma l’assessore non aggiunge alcun commento alla relazione stessa, non concedendo una risposta effettiva.
Il consigliere Saverio Patimo (PD) chiede di introdurre fra i punti all’ordine del giorno quello riguardante la crisi olivicola. Le proposte di Patimo, per far fronte alla crisi, vengono approvate all’unanimità, ad eccezione di quella riguardante il divieto di importazione, che, come fa ricordare il sindaco, è impedito dall’Unione Europea.
Si arriva alla discussione del nuovo regolamento di polizia municipale. Secondo l’assessore  Anna Maria Brattoli, esso è necessario a causa della “trasformazione urbana e sociale che investe la città come un fiume in piena”. Uno scenario dei più inquietanti, effettivamente condivisibile, ma che si apre alle riflessioni filosofiche più varie, fino a spingere il consigliere comunale di maggioranza Lello La Ghezza (Pdl) ad abbracciare un nichilismo ben distante dal Nietzsche della morte di Dio e della trasmutazione dei valori, ma che afferma una completa “caduta” di essi. Quella che portò lo stesso Nietzsche a dire che “manca lo scopo, manca il perché”.
Insomma, le relazioni dell’amministrazione lasciano riflettere, indubbiamente, e moltiplicano i punti di vista sul reale, e questo è importante. Ma, come afferma Abbattista, “mancano gli elementi di valutazione che partano da una riflessione sull’attuale situazione della polizia municipale: quali sono le problematiche? Qual è l’attuale situazione del comando municipale? C’è stata una rivalutazione statistica dell’impossibilità di svolgere il ruolo? E’ stato fatto un sondaggio ai vigili urbani?”.
Per il sindaco Azzollini, “non esiste un’istruttoria ma una volontà di porre la discussione dei punti. E’ evidente la volontà ostruzionistica dell’opposizione”.
Ma, come ricorda Il consigliere Gianni Porta (Rifondazione), è importante studiare l’ “evoluzione sociale” a cui si fa riferimento, analizzando i dati a cui le diverse visioni ideologiche presentate di relazionano. Per questo il consigliere chiede se esista uno studio o un sondaggio in questo senso. La risposta della Brattoli è un secco “no”.
Sarà interessante, allora, riflettere insieme all’amministrazione sulle visioni filosofiche e sociologiche che saranno introdotte per giustificare il punto sul conferimento delle armi ai vigili. Magari si potrà leggere qualche passo di qualche opera o di qualche classico della letteratura. Ci sarebbe da discutere dell’alienazione dei valori in Marx. Su questo il sindaco non sarà certamente impreparato.

 
Autore: Giacomo Pisani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet