Recupero Password
Molfetta, è nata una piccola grande basket city?
15 dicembre 2005

Estate del 2003: la dirigenza della Virtus Molfetta annuncia alla città di aver rilevato i diritti di Taranto e che parteciperà al torneo di serie C1, per la prima volta nella sua storia. Il progetto è triennale, ed è finalizzato all'approdo in serie B2. Prima, però, c'è da rifondare il settore giovanile e da creare entusiasmo ed interesse in città per la pallacanestro. Sembra un'utopia. Lo staff societario chiama coach Sergio Carolillo a guidare la prima squadra. La partenza è super, Molfetta veleggia nelle zone alte della graduatoria, pur non godendo dei favori del pronostico. L'angusto palasport di via Giovinazzo sembra troppo stretto per le ambizioni della squadra del presidente Bellifemine. Nel gennaio del 2004, puntualmente, arriva lo sbarco al PalaPoli, il nuovo impianto cittadino capace di oltre 1000 posti. La squadra non ha superstar ma è compatta, i momenti difficili e ottiene una comoda salvezza al primo turno dei playout, senza nemmeno troppi patemi. Nella stagione 2004-2005, invece, i progetti cominciano a diventare più ambiziosi: confermato coach Carolillo, arrivano giocatori del calibro di Teofilo, Gramajo e, in gennaio, Canzonieri. Risultato garantito: centrata la semifinale dopo il sesto posto in stagione regolare. Nel frattempo la città si avvicina sempre di più al movimento cestistico, ed in più di un'occasione il PalaPoli offre un fantastico colpo d'occhio, da tutto esaurito. Il settore giovanile passa da qualche decina a centinaia di iscritti, i media locali e non cominciano a parlare di questa realtà ormai divenuta grande. La stagione in corso è quella della consacrazione…Del quintetto base resta solo capitan Teofilo, ed arrivano il play Maggi, la guardia Varisco, e la coppia di lunghi Leo – Tommasini. In panchina sempre coach Carolillo, con Valerio Abet, il molfettese Gesmundo, Bonaiuto, Filianoti e Rotolo. Dopo qualche incertezza, dovuta più che altro ad un normale rodaggio, la squadra ha preso a volare, ed ora è in testa alla classifica. Sicuramente la Virtus è tra le favoritissime per la promozione in B2, sospinta da un pubblico che ormai riempie il PalaPoli in ogni ordine di posto. Il settore giovanile ha raggiunto una struttura ben definita, e cominciano ad arrivare i primi risultati. La società ha lanciato un progetto, la città ha senz'altro risposto. Non è stato facile arrivare ad un livello d'eccellenza, ci sono stati anche dei momenti difficili, ma l'ambiente è sano ed ha permesso di superare tutto. La stabilità societaria ha fatto il resto, ed ora Molfetta è un nome importante per la pallacanestro pugliese, una realtà consolidata. Non sappiamo se l'obiettivo B2 sarà centrato, ma il progetto targato Centro Ford Molfetta è senza dubbio vincente. Molfetta, oggi, è una piccola basket city. Michele Bruno michele.bruno@quindici-molfetta.it
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet