Recupero Password
Molfetta, da domenica teatro ragazzi con Ti fiabo e ti racconto Il festival di Teatrermitage raggiunge l'undicesima edizione. Gli spettacoli all'anfiteatro comunale del Parco di Ponente
21 luglio 2006

MOLFETTA -Dopo dieci anni di successi torna, nell'ambito delle manifestazioni proposte dal Comune di Molfetta, “Ti fiabo e ti racconto”: il festival nazionale di teatro ragazzi organizzato dalla compagnia teatrale Teatrermitage, ormai giunto alla sua undicesima edizione e realizzato anche con il sostegno della Provincia di Bari, della Regione Puglia e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Si comincia domenica 23 luglio, all'anfiteatro comunale del Parco di Ponente, da anni palcoscenico del festival “Ti fiabo e ti racconto”: con sei spettacoli in gara giudicati da una giuria di 25 bambini, presieduta negli anni passati, fra gli altri, dallo scrittore Raffaele Nigro e dal regista Michele Mirabella e, per il 2006, dal burattinaio barese Paolo Comentale, fondatore del Granteatrino e della Casa di Pulcinella. In scena le proposte di alcuni tra i più importanti nomi italiani del teatro ragazzi e di figura, selezionate da Vito D'Ingeo, direttore artistico della compagnia Teatrermitage e di “Ti fiabo e ti racconto”. Filo conduttore degli spettacoli in programma l'ascendenza letteraria dei testi con un ventaglio di autori, quest'anno, che spazia da Andersen e Rodari ai fratelli Grimm e Lewis Carroll. Come di consueto, anche quest'anno il festival farà di Molfetta la capitale estiva della Puglia dei ragazzi. Da domenica 23 luglio, all'anfiteatro comunale del Parco di Ponente, con inizio ogni sera alle ore 21,15, sino a sabato 29 luglio, si accenderanno i riflettori sul meglio degli spettacoli di teatro ragazzi proposti dalle più autorevoli compagnie teatrali italiane per il festival “Ti fiabo e ti racconto”. Ad aprire, la sera del 23 luglio, il primo fra gli spettacoli in gara per il premio “L'uccellino azzurro” che verrà assegnato alla migliore fra le proposte in lizza da una giuria di 25 ragazzi (fra i 9 e i 13 anni di età), presieduta da Paolo Comentale: “L'usignolo dell'imperatore” della compagnia Rosaspina-Un Teatro di Bologna. Dunque gli altri spettacoli in gara: “Storia del gallo Sebastiano” di Serra Teatro di Rimini (in scena lunedì 24 luglio); “Il pifferaio di Hamelin” del Teatro Verde di Roma (martedì 25 luglio); “Il mio nome è Atalanta” della compagnia DelleAli di Milano (mercoledì 26 luglio); “Oh Cenerentola!” del Teatro del Canguro di Ancona (giovedì 27 luglio) e “Alice e le meraviglie” del Cerchio di Gesso di Foggia (venerdì 28 luglio). Sin qui i sei spettacoli che si contenderanno “L'uccellino azzurro”, cui dallo scorso anno è affiancato in memoria della prematuramente scomparsa Silvia Favuzzi, sindaco del Consiglio comunale dei Ragazzi di Molfetta e grande amica del festival, il premio “Silvia” che, secondo il voto pubblico del festival verrà attribuito, al miglior attore delle compagnie in gara. La giornata conclusiva dell'undicesima edizione di “Ti fiabo e ti racconto” si terrà sabato 29 luglio, ancora all'anfiteatro comunale del Parco di Ponente e verrà aperta, alle 21,15, dalla cerimonia di premiazione per “L'uccellino azzurro 2006”, cui parteciperà il presidente della giuria Paolo Comentale. E, dopo la rituale proclamazione dei vincitori, andrà in scena uno spettacolo evento fuori concorso: “Sette note in fuga” di Fondazione Sipario Toscana. Per gli spettacoli, dal 23 al 29 luglio, i biglietti giornalieri potranno essere acquistati quotidianamente presso il Parco di Ponente. La prevendita degli abbonamenti, invece, come sempre al prezzo “politico” di 16 euro per sette spettacoli, verrà effettuata a Molfetta presso il negozio “Benetton”. Per ogni informazione sul festival “Ti fiabo e ti racconto” ci si può rivolgere alla segreteria organizzativa di “Teatrermitage” (info 080.335.50.03 – 347.588.12.59). Notevoli, infine, gli sforzi organizzativi per l'edizione 2006 di “Ti fiabo e ti racconto” visto che, spiega Vito D'Ingeo, direttore artistico del festival, gli inaspettati tagli del contributo comunale a sostegno della manifestazione hanno costretto all'annullamento in blocco delle “Strade che ridono”, il cartellone di quattro giornate di spettacoli e laboratori gratuiti per le vie di Molfetta che, secondo tradizione, avrebbe dovuto precedere l'avvio del festival. «Una scelta sofferta – dice Vito D'Ingeo – ma dovuta, pur di mantenere alto il profilo qualitativo degli spettacoli che anche quest'anno accenderanno le notti dell'estate dei ragazzi in Puglia».
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet