Recupero Password
Molfetta: Aldo Moro e Vittorio Emanuele, piazza mia bella piazza... Inaugurate dal sindaco Azzollini dopo il restyling
28 settembre 2008

MOLFETTA - In una mattinata grigia e umida al grido di “Aiutateci a tenerle pulite” il sindaco Antonio Azzollini ha inaugurato, nell'ordine, piazza Aldo Moro e piazza Principe Vittorio Emanuele. Attorno al politico, tra i tanti, l'assessore Uva e il presidente dell'Asm Nappi. A quest'ultimo il compito di tenere puliti gli ambienti, ovviamente, già coperti di sporcizia. Nello spazio prospiciente la stazione, il senatore chiama i suoi e indica un'aiuola verde, una striscia, che era stata studiata per spezzare il grigiore del marciapiede, che è stato ampliato. “Qui dobbiamo metterci delle panchine – afferma – dato che in estate non rimarrà altro che il terreno”. Il sindaco ha ascoltato il parere di tutti, in vernacolo e in italiano perché tutto è utile. Non mancano le critiche per il mancato omaggio ad Aldo Moro. Risalta subito agli occhi di tutti che non è stata effettuata la pulizia del monumento, e trattamento analogo è stato riservato alla statua dell'ex Sovrano italiano. Il sindaco tranquillizza chi glielo fa notare affermando che appositi lavori verranno avviati, in seguito. Subito dopo annuncia che un sistema video sorvegliato “sarà presto installato per evitare che i vandali possano nuovamente deturpare gli spazi verdi”. Invece, di fronte la chiesa S. Teresa, all'inaugurazione, c'era anche Don Liborio (nella foto col sindaco), senz'altro compiaciuto dal primo cittadino che ha messo a sua disposizione lo spazio pubblico della villetta. Qui si è deciso di mantenere la recinzione in ferro, diversamente da piazza Moro, per garantire la sicurezza dei bambini “che potranno tranquillamente giocare”, anche se non sono state installate strutture ludiche. A far da cornice all'avvenimento, comunque le auto in sosta ai lati dei prati inglesi, vanto dell'amministrazione e, a detta loro, biglietto da visita per chi arriva a Molfetta con il treno. “Ci avevano detto – vanta Azzollini – che a Molfetta non si potevano mettere prati inglesi ma non è stato così”. In effetti i prati ci sono, si tratta solo di vedere quanto resisteranno. Per ora, testuali parole del presidente della V Commissione Bilancio, sono molto belle le foglie che cadono sul tappeto verde. Meno gradite le cartacce che, per l'occasione, sono state spazzate via da un operatore ecologico chiamato in extremis dal fido Nappi. Azzollini a parte, nelle due inaugurazioni, quello che più è risaltato è stato il minimalismo, la solita disorganizzazione e l'immondizia che, più che indesiderato sottofondo, ormai è colonna sonora della nostra città. Il sindaco rimprovera, indirettamente, quell'un per cento di molfettesi che secondo lui non rispetta l'ambiente e silenziosamente storce il naso alla vista delle cartacce frutto di una pulizia capillare che a Molfetta manca. Uno solo, tra le due piazze, il contenitore porta rifiuti, quanto meno ad una nostra veloce valutazione. Ora si procederà, come nelle intenzioni del senatore, da ponente a levante; prossimo traguardo piazza Gramsci. Dietro di sé, questo rinnovo a tappeto delle piazze lascia un grave problema di parcheggio. Un anziano l'ha fatto notare ad Azzollini che ha risposto che di fronte alla stazione, realizzare l'apposita zona sosta comporta una collaborazione tra Comune e Ferrovie dello Stato oltre che un impegno tecnologico maggiore “che lei capisce bene.” Chi volesse parcheggiare la propria auto deve circolare ancora un po', fino a quando, secondo intenzioni, possa entrare in gioco una rinnovata piazza Cappuccini.
Autore: Sergio Spezzacatena
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet