Recupero Password
Molfetta & dintorni  
15 marzo 2007

Degustazione “verticale” riserva “Le More” S. Lucia La Riserva “Le More” dell'azienda agricola Santa Lucia di Corato è stata protagonista di una storica degustazione “verticale” svoltasi a Molfetta domenica 4 marzo presso l'enoteca de Astis (via Ten. Fiorino, 50). Occasione unica per valutare l'evoluzione nel tempo del famoso vino rosso pugliese, per la prima volta, alla presenza del produttore Roberto Perrone Capano sono state degustate 6 annate a partire dal 1996 seguite dal '99 – 2000 – 2001 – 2003 e 2004 dell'etichetta considerata la punta di diamante di una delle più prestigiose e storiche aziende della zona di Castel del Monte. Dinanzi a produttori, enotecari, enologi, ristoratori, sommelier e amanti del buon bere, è stato lo stesso titolare dell'azienda agricola ad illustrare brillantemente la storia della famiglia e la filosofia di produzione della Santa Lucia basata soprattutto sulla meticolosa cura e tutela della qualità dei prodotti a partire dalla selezioni dei migliori cloni ai tipi di allevamento della vite, dalle base rese per ettaro alle tipologie di vinificazione ed altro ancora. Perrone Capano ha poi compiuto un breve exursus storico- climatico delle sei annate della Riserva “Le More” in degustazione. Il vino fino al 2000 è stato ottenuto da un blend composto da circa 80% di Nero di Troia e 20% di Malbec, mentre dal 2001 in poi l'azienda ha deciso di utilizzare esclusivamente Nero di Troia, vitigno autoctono a bacca rossa tipico della Puglia ed in particolare della zona di Castel del Monte previsto nei disciplinari di produzione di numer o - s e D o c d e l l a n o s t r a regione, vitigno in grado di p r o d u r r e vini di buona longevità, struttura ed austerità. La degustazione “verticale” della Riserva “Le More”, cominciata con la valutazione della vendemmia' 96, per giungere alla più recente del 2004, ha impressionato ed emozionato tutti gli ospiti presenti innanzitutto per la capacità mostrata da questo vino di sfidare il tempo, esibendo una diversa personalità e fascino legato all'andamento delle diverse annate collegate tuttavia da un filo rosso di costanza qualitativa e piacevolezza gustativa. Ottimo in abbinamento con formaggi stagionati e carni alla brace. Vino ambasciatore della nostra regione nei ristoranti ed enoteche d'Oltreoceano, “Le More” ha confermato, anche durante questa sfida con se stesso a Molfetta, ancora una volta di essere uno dei pochi vini pugliesi in grado di mettere d'accordo tutte le guide locali e nazionali meritando e ottenendo sempre il massimo dei punteggi grazie alla sua indiscutibile eleganza, potenza e longevità. Betty Mezzina Vincenziane, si fa festa con gli ospiti della comunità Sole e Luna Partendo dalla convinzione che sia compito delle Volontarie Vincenziane testimoniare la gioia e la speranza, vivendo in solidarietà soprattutto con i più deboli ed indifesi, il Gruppo di Volontariato Vincenziano operante presso la Parrocchia Santa Maria Assunta in Cattedrale di Molfetta, presieduto dalla Sig.ra Pina Mastropasqua, ha organizzato il lunedì grasso, 19 febbraio scorso, un pomeriggio in allegria con gli ospiti della Comunità “Sole e Luna” sita a Bari-Santo Spirito. La comunità accoglie e offre vitto e alloggio a giovani e meno giovani provenienti da città vicine (Bari, Barletta, Molfetta ecc.), ma anche ad extracomunitari: cinesi, marocchini, liberiani, eritrei, alcuni dei quali privi di permesso di soggiorno. Comune denominatore degli ospiti è il disagio psicologico, economico, la mancanza della famiglia, l'impossibilità di poter sostenere le spese di vitto e alloggio e, in alcuni casi, anche il benessere fisico. I responsabili e i volontari sono loro vicini e li educano al lavoro (hanno infatti cura del giardino, dell'orto e della cucina), sebbene agli ospiti manchi la parola, lo sguardo, il sorriso, il dialogo di chi viene dal mondo esterno. Come portatori di gioia e di amore, le Vincenziane, che stanno portando avanti un progetto di coinvolgimento dei giovani, hanno invitato un nutrito numero di ragazzi e ragazze di Azione Cattolica Giovani che operano in Parrocchia e che, in maschera, si sono fatti animatori con canti, balli, giochi che hanno coinvolto gli ospiti, le volontarie Vincenziane ed anche l'assistente spirituale del gruppo, Parroco don Vito Bufi, che ha appoggiato l'iniziativa del gruppo ed ha condiviso l'esperienza con le consorelle e i giovani che segue nella formazione spirituale. Alla fine del pomeriggio tutti sono tornati a casa con la convinzione che aiutare gli altri fa bene anche a se stessi e che basta solo un sorriso, una parola di incoraggiamento, un gesto di affetto per rendere felice chi è triste anche perché ha bisogno di sicurezza, di uno sguardo attento, di una persona capace di accarezzare e sorreggere le insicurezze e i disagi. Nicla La Ghezza Volontaria presso il Gruppo di Volontariato Vincenziano della Cattedrale Auser, cambio della guardia tra Campanale e Alberto Caputi Cambio della guardia all'Auser di Molfetta, associazione di volontariato e di promozione sociale, tesa a valorizzare gli anziani e a far crescere il loro ruolo attivo nella società. Dopo averla guidata per quasi dodici anni, praticamente dalla nascita, ne lascia la presidenza Rosa Campanale, sostituita nell'incarico da Alberto Caputi. Un avvicendamento voluto dalla stessa Campanale, impegnata all'Auser fin dal momento in cui terminò la sua decennale attività di insegnate elementare. L'addio del vecchio e la presentazione del nuovo presidente sono avvenuti durante un'affollata riunione degli iscritti nella sede storica di Piazza Paradiso, durante la quale Rosa Campanale, assai emozionata, ha ricordato come quella dell'Auser cittadino sia una realtà cresciuta nel tempo, fino a diventare una delle più importanti in Puglia, partendo dai venti iscritti iniziali arrivati ora a circa 152. Un'associazione nata per iniziativa della Cgil e del Sindacato dei pensionati Spi-Cgil, che si propone di contrastare ogni forma di esclusione sociale, migliorare la qualità della vita, diffondere la cultura e la pratica della solidarietà, perché ogni età abbia un valore e ogni persona un suo progetto di vita, attraverso cui diventare una risorsa per sé e per gli altri. L'Auser lavora affinché ognuno possa dare e trovare aiuto, incontrare gli altri, arricchire le proprie competenze, contribuire alla crescita della comunità in cui vive, sconfiggendoli rischio che, con il sopravvenire dell'età della pensione, un individuo ancora attivo rischi di sentirsi tagliato fuori dalle relazioni sociali, mentre ha invece ancora tanto da dare. L'ormai ex presidente ha ricordato nel suo commosso discorso di saluto che: “L'Auser è nata da subito per accogliere. Un'associazione che mano a mano ha acquistato credito in città; la sede è stata ampliata ed è nato anche un secondo circolo collegato”. Ha ricordato anche le tante attività realizzate, soprattutto il laboratorio di cucito da cui sono uscite un gran numero di Pigotte per realizzare un progetto dell'Unicef. Ma ha anche riconosciuto che “è venuto per me il momento di passare la mano; siamo stati bene assieme, questi dodici anni con voi saranno sempre un ricordo dolcissimo”. Senza con questo recidere totalmente il rapporto con l'Auser, anzi, Rosa Campanale ha promesso agli iscritti che continuerà ad esserci per loro, così come ha garantito una collaborazione, forte dell'esperienza maturata, ad Annamaria Semitaio, la presidente regionale. Il nuovo presidente, Alberto Caputi, 62, sposato, due figli, ex dipendente della Fiat, ha invitato Rosa Campanale a mantenere i suoi contatti con l'Auser molfettese e chiesto ai soci la più ampia collaborazione per la crescita dell'associazione ed il successo delle iniziative che intende mettere in cantiere.
Autore: Lella Salvemini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet