Recupero Password
“Miracolo a Taranto” del molfettese Sebastiano Sallustio domani proiezione a Bari
16 dicembre 2004

MOLFETTA – 16.12.2004 Domani, venerdì alle ore 17 a Bari in Corso Vittorio Emanuele II, al numero 33, in occasione dell'inaugurazione della sede dell'Associazione onlus “Moebius”, verrà presentato, con la proiezione di un breve documentario, RECIDIVI, un REpertorio CInematografico DIgitale e VIdeo quale primo tentativo di censire e, quando possibile, di archiviare e restaurare film e video. Oltre a voler censire la produzione presente negli archivi privati di associazioni, piccole produzioni e singoli autori RECIDIVI ambisce a raccogliere quei materiali, prevalentemente realizzati nella nostra regione, spesso sconosciuti, abbandonati o senza visibilità per mancanza di spazi. RECIDIVI dà vita quindi a un nuovo spazio, importante per la città di Bari e collocato in pieno centro. Si offrirà la possibilità di visionare in videoproiezione i materiali archiviati e di poter utilizzare una sede accogliente anche per riunioni operative, proiezioni professionali e presentazioni per inviti. L'iniziativa è ideata da Angelo Amoroso d'Aragona già curatore, per l'Associazione Transtv ed il Comune di Bari, del restauro di “Idillio infranto”, il primo film pugliese realizzato nel 1931 e riscoperto dopo cinquant'anni in una cassapanca di Acquaviva. Si torna dunque a parlare di “Cinema Ritrovato” in Puglia. Ma non solo. Anche di nuova produzione documentaria, un genere oggi in forte crescita, e di cinema digitale. RECIDIVI vuole essere un primo passo propedeutico nella direzione del ripristino di una “pratica quotidiana” di Cineteca regionale che oltre al ruolo di archiviazione agisca anche da coordinamento e valorizzazione delle proposte culturali già esistenti e di quei progetti di produzione e creazione che abbisognano anche di un ambiente in cui potersi rafforzare e sviluppare. Pratiche che ovunque meglio si sviluppano se collocate in una struttura stabile di riferimento, a cui attualmente nessuno sta lavorando in Puglia. RECIDIVI non ha l'ambizione di svolgere questo ruolo in prima persona, ma di stimolare in questa direzione gli Enti Pubblici, l'associazionismo e, non ultimo, il mondo dell'impresa interessato sia ai vantaggi e ai piaceri del mecenatismo sia ad investire nella convergenza innovativa tra contenuti culturali e tecnologie dell'informazione. RECIDIVI in primo luogo punterà a completare la riedizione di “Idillio infranto”. In sviluppo c'è una nuova edizione digitale, che renda giustizia alla versione originale del film impossibile da ammirare con i moderni proiettori cinematografici. Questa edizione sarà accompagnata da un libro che porti a termine la ricerca storica su quella suggestiva vicenda. Ma RECIDIVI non si vuole curare della polvere sui film. Piuttosto è interessata a quei processi di rielaborazione e ideazione che nascono dal rimettere mano agli scaffali abbandonati. Per questo intorno all'iniziativa si è già raccolto un piccolo gruppo di registi, intenzionato ad allargare il cerchio di interesse a quanti altri avvertiranno la vitalità e la necessità di questa impresa. Anche per questo a partire dal gennaio 2005 RECIDIVI promuoverà un appuntamento fisso per il pubblico cinematografico con documentari e film digitali, ossia con quelle forme emergenti di cinema che RECIDIVI può aiutare oltre che a riscoprire anche a promuovere e produrre ex-novo nel nostro territorio. Il primo di questi appuntamenti sarà “Miracolo a Taranto” del molfettese Sebastiano Sallustio, un documentario “made in Puglia” girato sul set de “Il Miracolo” di Edoardo Winspeare (nella foto), e recentemente premiato per la migliore fotografia al Dietrolequintefilmfestival di Roma. Questo documentario e alcuni rari repertori di archivio video regionale saranno presentati nel corso della inaugurazione di domani, venerdì, un assaggio prenatalizio per darsi appuntamento al 2005, augurandosi che sia un anno ricco di novità e di nuove prospettive per la nostra regione.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet