Recupero Password
Mino Salvemini soddisfatto: sono fiducioso sul ballottaggio, Molfetta sceglierà di voltare pagina
15 aprile 2008

Mino Salvemini è molto fiducioso sull'esito del ballottaggio e è convinto che Molfetta, tra due settimane, sceglierà di voltare pagina rispetto ad una amministrazione che, in questi anni, si è caratterizzata per la sua assoluta incapacità di risolvere i problemi più avvertiti dai cittadini: dalla sporcizia per le strade alla sicurezza, dal traffico divenuto ormai insostenibile alla carenza strutturale di servizi pubblici. È questa una delle considerazioni fatte da Salvemini sull'esito delle elezioni amministrative svoltesi domenica e lunedì scorsi che hanno rinviato al turno di ballottaggio la scelta del prossimo sindaco della città: “Un dato – ha proseguito Salvemini – è incontrovertibile: la maggioranza assoluta degli elettori ha bocciato l'esperienza amministrativa di Antonio Azzollini, indicando chiaramente la volontà di invertire la rotta verso una governo cittadino che faccia della partecipazione, della trasparenza, del dialogo, della condivisione delle scelte il suo metodo ordinario di lavoro. Noi ci poniamo, oggi, come l'unica alternativa possibile, sul piano programmatico, a tutto quello che l'ex sindaco/senatore rappresenta nella nostra città e siamo certi che a nessuno potrà sfuggire l'importanza di un appuntamento come quello di domenica 27 e lunedì 28 aprile quando i cittadini avranno la possibilità concreta di aprire a Molfetta una nuova stagione politica. Dinnanzi ad una scelta così delicata per i destini di questa città nessuno può dire: io mi tiro fuori ”. “E' con profonda gratitudine – ha aggiunto Salvemini – che voglio rivolgermi ai centosessantotto candidati al Consiglio Comunale che mi hanno sostenuto con entusiasmo e partecipazione ed alle quasi diciassettemila persone che hanno riposto in me la loro fiducia, affidandomi la grande responsabilità di interpretare la voglia di cambiamento che esiste oggi a Molfetta. A tutti loro voglio dire che la nostra vittoria è davvero a portata di mano e che sarà possibile solo grazie alle energie che ciascuno di noi saprà sprigionare nei giorni che ci separano dal ballottaggio”. Alla luce dei risultati elettorali che – contrariamente alle vostre aspettative – non vi hanno fatto vincere al primo turno, vi siete chiesti se è valsa la pena di allearsi con il centro e con forze politiche che prima avevano governato con Azzollini? “Certamente è valsa la pena, perché con le liste di centro abbiamo tolto 3.000 voti al senatore, facendoli convergere su di noi. Se questi voti li avesse avuti Azzollini, sarebbe arrivato a 25.000 voti. Altro fatto positivo è che per la prima volta teniamo e anzi avanziamo a Ponente, roccaforte storica degli avversari. Il Popolo della Libertà ha beneficiato dell'effetto trascinamento di Berlusconi e dell'innalzamento del numero dei votanti”. Altro fattore da considerare è quello del cosiddetto voto disgiunto, che ha avuto un suo peso? “Un peso non così pesante come si temeva. Tutti hanno beneficiato di questo voto disgiunto, che però si è risolto con un'emigrazione di voti di cui ha beneficiato principalmente il senatore con 750 voti, a me sono andati 458 voti e a Zaza 214”. Per il ballottaggio sono previsti apparentamenti? “No, anche perchè lo stesso Antonello proprio in un'intervista a Quindici ha escluso questa ipotesi, lasciando i propri elettori liberi di decidere, ma non credo che voteranno Azzollini. Forse decideranno di votare per me considerandomi, dal loro punto di vista, il meno peggio. Ora arriva la fase più difficile, dobbiamo fare una battaglia di testimonianza per portare al voto tutti i nostri potenziali elettori ai quali dobbiamo far capire che se vince Azzollini, rafforzerà ancor più il suo potere, con la conseguenza di una città ancora più bloccata di quanto non sia oggi con gli effetti sul piano morale, su quello civile e credo che queste giudizio negativo ci accomuni con gli elettori di Zaza”.
Autore: F. de S.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet