Recupero Password
Mauro Gagliardi: angelo sulla terra
15 novembre 2005

Il 18 settembre 1984 avevo 17 mesi quando mio fratello Mauro venne al mondo. Il 28 ottobre 2005 una maledetta malattia ce lo ha portato via lasciandomi 21 anni di meravigliosi ricordi, emozioni, sogni ed avventure vissute assieme. Mauro se ne è andato nel fiore degli anni quando tutti i nostri coetanei sognano il futuro e quando tutti i nostri amici hanno in mente divertimento, spensieratezza e felicità. Questi sentimenti sono stati strappati a Mauro e alla mia famiglia da quando, un anno fa, una infame malattia ha cominciato a corrodere il suo fisico. Nonostante un anno di assoluto calvario però Mauro non hai mai smesso di regalarci il suo splendido sorriso, le sue battute sagaci e sarcastiche, la sua meravigliosa voglia di vivere. Ed è proprio il significato di VITA l'ennesimo insegnamento che Mauro ci lascia proprio in occasione della sua scomparsa, perché non ha mai smesso di sperare ed anche nei momenti più bui si è aggrappato alla vita come un fiore che non vuole essere reciso. Mauro è stato amato da tutte le persone che lo hanno conosciuto per la sua spontaneità, dolcezza, passione da sempre profuse. Quello che più colpiva era la sua maturità: era sempre pronto per discorsi su qualsiasi argomento e stupiva per la sua grandissima conoscenza letteraria e musicale di cui però non faceva ostentazione vista la sua grande umiltà. A causa del grosso intereresse per la cultura letteraria, specie contemporanea, dopo il diploma conseguito all' Istituto Tecnico Commerciale di Molfetta si era iscritto alla facoltà di lettere (indirizzo editoria e giornalismo) e i suoi risultati sono stati brillanti fin da subito. Aveva persino deciso il suo argomento per la tesi di laurea. Ma i suoi successi non erano solo intellettuali… Mauro era amatissimo da tutta la famiglia, aveva amici veri e aveva conosciuto l'amore e nel vivere questi sentimenti metteva come sempre una grande passione. In età adolescenziale aveva dato spettacolo tra i pali facendosi apprezzare come grande portiere di calcio nei tornei dell' oratorio circolo Apulia. Impossibile non ricordare la sua classica maglia dell'Inter, sua squadra del cuore o per meglio dire “fede” che lo ha accompagnato fin da bambino. Ma la maledetta leucemia non ha voluto guardare gli occhi e il sorriso del nostro amato Mauro e lo ha strappato alla vita lasciandoci colmi di rabbia e dolore. Ma forse il modo migliore per rendergli onore è ricordare l'esempio che è riuscito a trasmetterci nonostante la sua giovane età e grazie a questo resterà per sempre vivo nei nostri cuori. Domenico Gagliardi
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet