Recupero Password
Matteo Renzi esalta la vittoria di Tommaso Minervini con i voti del centrodestra di Molfetta Il segretario del Pd nella sua analisi del voto richiama la città pugliese e rivendica il risultato nel campo del centrosinistra
26 giugno 2017

MOLFETTA - “Siamo felici delle affermazioni di Sergio a Padova, di Rinaldo a Taranto, di Carlo a Lecce. Ma più in generale da Ermanno a Cernusco sul Naviglio fino a Francesca a Sciacca, da Marco a Mira fino a Tommaso a Molfetta tutta Italia vede risultati belli e sorprendenti di alcuni dei nostri”.
Il segretario del Partito democratico Matteo Renzi ha citato e rivendicato la vittoria di Tommaso Minervini a Molfetta nel suo commento al voto postato a tarda ora su Facebook. Un tentativo di arrampicarsi sugli specchi per vedere il bicchiere mezzo pieno nonostante la sconfitta del centrosinistra in 21 comuni capoluogo su 25 andati ieri al ballottaggio.

Se davvero Renzi vuole rivendicare il risultato di Molfetta deve anche ricordare come si è arrivati a questo. Con una amministrazione di centrosinistra (quella della Natalicchio) logorata dal suo stesso partito, forte dell’accordo con pezzi di centrodestra con i cui voti oggi Tommaso Minervini è diventato sindaco. Qualcuno deve anche ricordare a Renzi che il Partito del quale è segretario in questo passaggio ha perso un terzo dei voti presi nel 2013 ed è passato da 7 consiglieri eletti a 3, fra l’altro tesserati nell’ultimo anno con chiaro intento elettorale. Insomma c’è poco da esultare in campo progressista. A meno che non sia proprio l’alleanza con il centro destra il modello di governo a cui mira Renzi.

Ma chissà come si sentono gli elettori di centrodestra, tanti, a finire sotto l’ombrellone di Matteo Renzi. Se la mutazione almeno locale dell’elettorato di centrodestra sarà completa lo vedremo presto, le elezioni politiche sono alle porte e in quella competizione non c’è spazio per il trasformismo celato da civismo. Almeno su questo Renzi ha ragione, “le elezioni amministrative sono un'altra cosa rispetto alle elezioni politiche”.
Lui e il Partito democratico non ci arrivano con il vento in poppa.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet