Recupero Password
“Ma quale oasi, a Torre Calderina è tutto un degrado” Parla il consigliere Piergiovanni dei “Democratici” favorevole all'albergo
15 febbraio 2002

La Regione Puglia ha approvato l'accordo di programma che prevede la realizzazione di un complesso turistico alberghiero accanto al ristorante “Nettuno”, comprendente un Hotel di 40 camere, con 5 sale convegno e meeting, servizi, 11 bungalow in stile mediterraneo, aree a verde, due piscine e parcheggi (nella foto, l'area su cui sorgerà l'albergo). Sul progetto il consiglio comunale a larga maggioranza si è dichiarato favorevole, considerando il progetto valido sia sul piano turistico che su quello occupazionale (è prevista l'assunzione di 10 unità). Hanno votato contro i consiglieri di Rifondazione e quello dei Ds., mentre i Democratici lo hanno appoggiato. Abbiamo chiesto al consigliere comunale dei “Democratici”, Nicola Piergiovanni di spiegarci i motivi di questo voto favorevole. “Si tratta innanzitutto di un accordo di programma coraggioso in una zona degradata – dice Piergiovanni – come si fa a parlare di “oasi”, di “zona protetta? Ma chi considera quella un'oasi ha mai fatto una passeggiata da quelle parti, sempre che riesca ad arrivarci a piedi? E lo scarico della fognatura e le siringhe e i rifiuti? Invece di stimolare ad investire nel turismo, noi scoraggiamo i nostri imprenditori. E' una cosa assurda. Io sono stato il primo da anni a spingere perché a Molfetta ci fossero insediamenti turistici, soprattutto per la presenza di un grosso istituto alberghiero e quindi per trovare sbocchi occupazionali per i nostri giovani. Poi occorre considerare che non ci sono strutture ricettive e i pochi turisti sono costretti a soggiornare nei paesi vicini, anche perché abbiamo lo scandalo di un albergo in città, il “Tritone”, raggiungibile a piedi e quindi ideale per turisti anziani o che vengono qui senza macchina, che però da anni è abbandonato a se stesso, perché evidentemente i proprietari sperano di fare una speculazione edilizia, ottenendo il cambio di destinazione e trasformando le stanze in appartamenti. Inoltre, quando si parla di piano regolatore si parla sempre e soltanto di case, senza tener conto che occorre pianificare anche gli insediamenti turistici sul territorio per creare nuove occasioni di lavoro. In quanto all'investimento di cui parliamo, occorre considerare che anche le opere che verranno realizzate sono state progettate nel rispetto dell'ambiente, che serviranno a rendere più accogliente una zona in stato di abbandono. Inoltre, sono stati rispettati tutti i requisiti di legge e concesse tutte le autorizzazioni: insomma, è tutto in regola”. Come mai viene tollerato che ci siano depositi di autovetture, sfasciacarrozze e non si permette la realizzazione di un albergo? “Me lo chiedo anch'io. Del resto, occorre dire che il nuovo insediamento, come si può vedere dalle foto sorgerà in un'area a ridosso di un'altra già occupata da villette residenziali, il villaggio Nettuno, a oltre 300 metri dal mare, bonificando tutta la zona, oggi destinata a parcheggio di discoteca. Ma poi chiedo agli ambientalisti e a Rifondazione comunista: come mai vi scandalizzate tanto per “Torre Calderina” (altra denominazione impropria perché la torre è molto distante) e non dite una sola parola per lo scempio realizzato allo Scoglio d'Inghilterra, dove il cemento è stato buttato sulla costa e che “Quindici” unico giornale ha denunciato più volte, e dove è dovuto intervenire un parlamentare europeo di Barletta, l'on. Mennea, per protestare contro questa deturpazione? Non si può dire no a tutto, altrimenti la città perde tutte le occasioni di sviluppo e di occupazione”. M. d. S. jr.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet