Recupero Password
Lillino di Gioia: la democrazia partecipata asse portante del mio programma “Accolgo l'appello della Rete del Nuovo Municipio”
26 maggio 2006

MOLFETTA - “Accolgo l'appello che la Rete del Nuovo Municipio, associazione nazionale finalizzata alla promozione della democrazia partecipativa e alla diffusione di buone pratiche di governo locale, rivolge ai candidati alle prossime elezioni amministrative”. Lo afferma in un comunicato stampa il candidato sindaco dell'Unione, Lillino di Gioia. “È asse portante del mio programma per l'amministrazione della città l'impegno che la Rete richiede a “Promuovere la democrazia partecipativa, le pari opportunità e i bilanci di genere come forma ordinaria di governo”, ad attivare, quindi, nuove forme di democrazia come regola permanente di governo e non come concessione episodica ad alcune frange di cittadini o su alcuni eventi che possano avere maggior forza di attrazione. Modalità di partecipazione reali, che sappiano ridare peso ai molfettesi nella decisione dei destini dellacittà e del territorio, includendo gli interessi dei più deboli, dei migranti, di chi esprime diversità culturali. Non deve più succedere che scelte importanti come quelle che sono state prese negli ultimi anni – il porto, il raddoppio della zona Asi, le modalità di espansione – vedano i cittadini solo come destinatari di quanto accade e non come codecisori. Occorre attivare forme di partecipazione che non siano, come troppo spesso in passato, solo consultive, e quindi parziali, affidate alla buona volontà dell'amministratore di turno, ma che qualifichino permanentemente il carattere decisionale come forma ordinaria di governo”. In merito alla volontà di “Promuovere lo sviluppo locale autosostenibile attraverso il coinvolgimento attivo degli attori sociali ed economici”, uno dei punti cruciali dell'Appello sottoscritto, Lillino di Gioia afferma: “È fondamentale che i processi di democrazia municipale siano finalizzati alla salvaguardia e alla valorizzazione delle identità locali, delle peculiarità e della qualità delle risorse ambientali, territoriali e umane. Solo la valorizzazione consapevole e non distruttiva di queste risorse può consentire la costruzione condivisa di modelli di sviluppo realmente sostenibili che producano ricchezza durevole, nell'ambito di un mondo plurale”. uindi partecipazione democratica non solo nei settori in cui esperienze in tal senso si sono pur fatte ma anche, continua Di Gioia, “coinvolgimento attivo degli attori economici locali, nel campo dell'agricoltura, dell'artigianato, della piccola impresa, del commercio, della comunicazione, della formazione, della cultura; ciò si rende necessario affinché la comunità locale possa partecipare non solo a progettare il proprio futuro, ma anche a costruirlo direttamente, con le proprie mani, con la propria mente, con i propri saperi”. Valori che contraddistinguono il programma del candidato e che egli si impegna a mantenere qualora divenisse sindaco.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet