Recupero Password
Lettera aperta sulla vicenda dei cani oggetto di colpi di pistola a Giovinazzo
18 gennaio 2008

GIOVINAZZO - Torniamo sulla vicenda dei cani randagi di Giovinazzo contro i quali sono stati sparati colpi di pistola. Una vicenda che ha suscitato l'indignazione e la protesta di tanti lettori. Ora interviene un'altra lettrice, Anna Maria Stufano di Giovinazzo, che ci invia una lettera aperta, scritta alle autorità e alle redazioni dei media pugliesi. Ecco il testo: Spettabili Autorità, Spettabili Redazioni, Vi scrivo in merito a quanto accaduto a Giovinazzo, in Provincia di Bari. Pare infatti che qualche delinquente senza scrupoli, ignorante o incurante del fatto che sia reato penale esplodere colpi di arma da fuoco in luogo pubblico senza un giustificato motivo, abbia avuto la bella idea di mettersi a sparare ai cani randagi del paese. Il tutto si è concluso con cani innocenti morti dissanguati, con atroce dolore, nell'indifferenza generale. Diversi organi di stampa hanno riportato tale notizia collocando il fatto nella notte tra il 6 e il 7 gennaio 2008. In realtà, come ho prontamente segnalato presso la locale stazione dei CC, deve essere stato un crimine reiterato, dato che io stessa ho sentito degli spari e il grido di dolore di alcuni cani il giorno 6 gennaio all'ora di pranzo. Mi trovavo nel giardino condominiale della mia abitazione e gli spari, in verità non molto distanti, provenivano da zona urbana. La situazione dei cani randagi in provincia di Bari ed in generale del sud Italia è sotto gli occhi di tutto il Paese e dei turisti stranieri che ci guardano e giudicano. Ci sono leggi nazionali in materia di randagismo e di maltrattamento sugli animali per le quali l'uccisione di animali è un reato a tutti gli effetti. Per questo mi unisco alla protesta animalista contro l'indifferenza generale delle autorità competenti e delle amministrazioni comunali a proposito di quella che non esito a definire una vera e propria emergenza randagismo, con i connessi rischi per la pubblica salute e incolumità nonché per chiedere maggiori sforzi per perseguire chi commette reati contro gli animali e una maggior opera di sensibilizzazione di esseri senzienti, con impegno reale e costante per creare una cultura del rispetto degli animali. Distinti saluti. Anna Maria Stufano
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet