Recupero Password
La scomparsa del dott. Alberto Maggialetti, grande radiologo Ha continuato la tradizione di famiglia al servizio della città
15 settembre 2022

È s c o m p a r s o all’improvviso il dott. Alber- to Maggialetti, grande figura di radiolo- go e ricercatore che si è spento all’improvvi- so lunedì. Alberto Maggialetti ha continuato la tra- dizione di famiglia, cominciata col padre Nicola, valente medico che è stato anche sindaco della città dal 1925 al 1927. Ma è stata soprattutto la madre don- na Pia Siliberti Maggialetti a rappresenta- re una figura centrale nella sanità pugliese e nell’impegno filantropico a favore degli al- tri, soprattutto i più bisognosi, creando an- che il Centro ricerche radiologiche, oggi gestito egregiamente dalla nipote Pia, figlia di Alberto. Il dott. Maggialetti, 74 anni, apprezza- to professionista, laureatosi nel 1974 in Me- dicina con la specializzazione in Radiologia conseguita all’Università Cattolica di Roma nel 1978, è stato presidente della SIRM Pu- glia, la società italiana di radiologia medica, e ha avuto anche incarichi nazionali nel- la stessa società. Organizzatore di congressi biennali in cui raccoglieva luminari e massimi esperti della radiologia e, in alcune edizioni, è stato relatore e docenti di corsi, congressi e meeting. Nel suo curriculum spiccano anche inca- richi nella Società Europea di Radiologia, nella Società Italiana di Neuroradiologia. E’ stato vicepresidente nazionale della Sezione di Studi sulla Radioprotezione. Articoli sulla diagnostica per immagini a firma del dott. Maggialetti sono stati pubblicati più volte sulla rivista “Quindici”. Ha prima prestato servizio all’ospedale di Canosa, prima di diventare primario di ra- diologia dal 1991 al 1999, per passare poi di passare fino al 2011 al presidio ospedalie- ro di Andria. Anche il sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, ha ricordato l’illustre radiolo- go: «Con grande dolore abbiamo appreso della morte del dott. Alberto Maggialet- ti, punto di riferimento della radiologia a livello nazionale, stimato professionista, uomo di grande umanità ed intelligen- za. Molfetta perde una di quelle perso- ne che lasciano il segno e fanno grande la loro città di origine. Un uomo, con il quale ho stretto una lunga amicizia cultu- rale ed affettiva, che lascia a Molfetta un patrimonio di conoscenza e di professio- nalità con il Centro ricerche radiologiche. Alberto Maggialetti ha fatto onore alla sua professione, alla sua famiglia, alla sua terra. Ha portato avanti quella lun- ga tradizione di famiglia, di uomini e di donne che non si sono mai tirati in- dietro e si sono sempre prodigati per il bene della collettività. Sua madre, Don- na Pia Siliberti Maggialetti, per decen- ni proprio al vertice del Centro ricerche radiologiche, tra i fiori all’occhiello del- la diagnostica nella intera provincia, da giovane aveva servito nelle crocerossi- ne, suo padre aveva ricoperto la cari- ca di Primo cittadino dal 1925 al 1927. Alla sua famiglia, ai suoi affetti più cari giungano il mio più sentito cordoglio e la mia vicinanza certo di interpretare il pen- siero della intera città». Alla famiglia del dott. Maggialetti van- no le sincere condoglianze della redazione e in particolare del direttore di “Quindi- ci” (un giornale che ha sempre apprezzato e sostenuto), Felice de Sanctis, suo amico fin dagli anni giovanili e amico di famiglia da sempre. © Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet