Recupero Password
La rivista mensile “Quindici” è in edicola a Molfetta. Questi gli argomenti in primo piano: Azzollini salvato dalla Casta in un triste inciucio. Il testo delle intercettazioni proibite. Esclusivo. Sindaco Natalicchio: ecco i retroscena del rimpasto. Esclusivo, Zaza (Asm): città sporca? Aumentati interventi, ma non c'è collaborazione dei cittadini
18 ottobre 2014

MOLFETTA - Azzollini salvato dalla Casta in un triste inciucio. Il testo delle intercettazioni proibite. Esclusivo. Sindaco Natalicchio: tutti i retroscena del rimpasto. Esclusivo, Zaza (Asm): città sporca? Aumentati interventi, ma non c’è collaborazione dei cittadini. Sono questi gli argomenti principali nel numero di ottobre in edicola della rivista mensile “Quindici Molfetta” (vedi la bella copertina autunnale di Mauro Germinario).

Quindici nel 2014 compie 20 anni e resta il giornale leader riconosciuto del territorio, una rivista che si sceglie e si acquista in edicola, diversamente da altri fogli inutili. Quindici, l’unica rivista che offre un prodotto completamente diverso dal giornale on line, perché, punta ad offrire un’informazione di verità e di qualità, completando e integrando così il panorama informativo offerto ogni giorno con i suoi contenuti esclusivi ed interessanti che non trovate su altri media e nemmeno con "Quindici on line", il primo e più diffuso quotidiano in internet, con argomenti diversi e più approfonditi del giornale web, l'unico quotidiano locale al servizio dei lettori 365 giorni l'anno (festività comprese) con notizie in anteprima e in esclusiva e commenti liberi dei lettori.

Per quanto riguarda la vicenda dell’ex sindaco sen. Antonio Azzollini, riferiamo la storia della mancata autorizzazione all’uso delle intercettazioni telefoniche delle conversazioni fra l’ex dirigente ai Lavori pubblici del Comune di Molfetta ing. Enzo Balducci e lo stesso Azzollini sulla vicenda del porto. La vicenda proietta ancora una volta in negativo l’immagine di Molfetta a livello nazionale, tant’è che tutti i giornali hanno espresso critiche alla scelta dei membri della commissione e in particolare ai senatori del Pd. E, per la circostanza, sono state ripubblicati i contenuti di quelle conversazioni intercettate, che i lettori potranno leggere integralmente su “Quindici” e valutare la loro gravità o meno nell’inchiesta del porto.
I nostri lettori possono anche partecipare al sondaggio proposto sul nostro sito, il quotidiano “Quindici on line” per dire se, a loro parere, l’autorizzazione andava concessa. Finora il 73% dei lettori si è espressa a favore dell’autorizzazione.

I due o tre giorni di ritardo nell’uscita in edicola della rivista “Quindici” sono stati utili, come sempre ad offrire ai lettori un prodotto aggiornato, come se fosse un quotidiano. In particolare, ci riferiamo alle vicende calde di questi giorni che riguardano la sostituzione dell’assessore Serena la Ghezza e le relative polemiche con la consigliera Annalisa Altomare, sotto accusa per essersi assentata nel 70% delle decisioni importanti del consiglio comunale, scelta che ha avuto come conseguenza il ritiro della delega dell’assessore di riferimento della componente interna al Pd, oggi in posizione critica verso il sindaco.

Ed è lo stesso sindaco Paola Natalicchio a rivelare in esclusiva a “Quindici” i retroscena di quel rimpasto (“da Annalisa Altomare troppi distinguo e voti mancati. Adesso deve dirci da che parte sta”), al termine di una conferenza pubblica nella quale ha presentato i due nuovi assessori Marilena Lucivero e Tommaso Spadavecchia. Il nostro Onofrio Bellifemine ve li fa conoscere con una prima intervista a caldo, che potrete leggere nelle pagine del mensile in edicola.
A questi problemi (mancata autorizzazione per Azzollini, rimpasto e città metropolitana) è dedicato l’atteso editoriale, del direttore Felice de Sanctis, dal titolo significativo “Un verso storto”, destinato come sempre a far discutere.


Sempre in tema di argomenti scottanti, non poteva mancare un’intervista di Dora Adesso al presidente dell’Asm, Antonello Zaza che risponde alle accuse della presunta sporcizia della città e all’aumento della tassa dei rifiuti.
A questo proposito viene riconfermata la necessità di dover trovare risorse per provvedere alla ricostruzione della città, ereditata dall’amministrazione di centrodestra, gestita da Azzollini, in condizioni disastrose dal punto di vista finanziario e amministrativo, oltre che sociale. Il Comune di Molfetta, in questa situazione disastrosa, rispetto a quelli viciniori, è stato costretto a dover tassare i cittadini, ma lo ha fatto in maniera progressiva e di giustizia sociale, esonerando i più poveri e aumentando il prelievo fiscale dei più ricchi.


Sempre in tema di rifiuti, Marina Mongelli si occupa dell’impianto di compostaggio, ricostruendone la travagliata storia e illustrando le prospettive di riattivazione con un’intervista all’assessore all’ambiente Rosalba Gadaleta. E Marianna Palma racconta, anche con numerose foto, l’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo” realizzata con l’impegno dei volontari.
Come dicevamo prima, tema dell’ultim’ora e che è destinato a far discutere ancora è quello della mancata elezione dei candidati molfettesi nel consiglio della città metropolitana. Franchi tiratori ci sono stati nel centrosinistra e “tiratori scelti” nel centrodestra ed è cominciata la caccia ai traditori accusati di perseguire più gli interessi personali che quelli collettivi.


Nello stile di “Quindici” che festeggia il 20 anni di vita, ci sono sempre le inchieste e gli approfondimenti, questa volta dedicati a due temi di grande attualità a Molfetta: la costituzione del gruppo “Ridateci il silenzio”, che spiega ai lettori il motivo e l’origine della sue richieste contro il chiasso in città. Accanto a questo “Quindici” propone un’indagine tra i cittadini sulla musica in città: silenzio o movida, cosa ne pensate?

Altro argomento di grande attualità nelle pagine economiche è quello della richiesta di collaborazione rivolta al sindaco Natalicchio dagli imprenditori della zona industriale che, in un’intervista a “Quindici”, propongono di farsi carico dell’organizzazione complessiva dell’area, suggerendo all’amministrazione comunale come risolvere i problemi dell’area abbandonata a se stessa da oltre 10 anni. Gli imprenditori non nascondono le difficoltà, alle quali stanno facendo fronte con coraggio e sacrifici in un’area di eccellenza, dinamica ma sofferente per i colpi della crisi. Perciò chiedono aiuto alle istituzioni e confermano l’impegno del sindaco, con il quale hanno già avuto ben 18 incontri. A latere parliamo dei lavori imminenti nella zona Asi per fogna bianca per evitare gli allagamenti, gas e illuminazione e anche dell’ostinato rifiuto dell’ex sindaco Azzollini, abituato ad accumulare anche cariche che non gli competono, come quello di consigliere dell’Asi, che spetta al sindaco in carica Paola Natalicchio, ma lui, poco democraticamente e dispoticamente, occupa ancora quella poltrona.

Con l’inizio dell’anno scolastico e la crisi della Provincia, non potevano mancare le ripercussioni sull’edilizia scolastica. Anche qui “Quindici” propone un’inchiesta con foto nelle scuole di Molfetta, realizzata da Daniela Bufo e Marianna Palma.

La crisi del centrodestra e le lotte interne che hanno portato al siluramento del giovane promettente candidato alla città metropolitana Pietro Mastropasqua, sono l’argomento di un altro articolo nelle pagine della politica, con le ipotesi di candidature alle prossime elezioni regionali e la possibilità che il sen. Azzollini, sempre più contestato dai suoi e ormai in minoranza nel centrodestra cittadino, di rientrare in Forza Italia per cercare di recuperare posizioni, fiutando, come sempre l’aria che cambia anche per il movimento del Nuovo centrodestra di Alfano.


Sempre in tema di elezioni regionali, vi proponiamo il confronto che si è tenuto a Molfetta fra il candidato locale Guglielmo Minervini e l’ex sindaco di Bari Michele Emiliano.


Nelle pagine di economia vi raccontiamo come il centrosinistra ha superato la boa del bilancio comunale, permettendo alla giunta di continuare tranquillamente la navigazione.


A Molfetta è tornata a rivivere con altre finalità sociali e terapeutiche l’antica Villa Giustina, oggi Opera Santa Giustina, centro patologie neurodegenerative e Alzheimer, Rssa disabili e casa per la vita: ne parliamo in un articolo che ricorda l’impegno dei volontari dell’Aiccos.

Le pagine della cultura sono dedicate in particolare al ricordo del nostro amico e illustre collaboratore prof. Pasquale Minervini, prematuramente scomparso. Ospitiamo un articolo postumo su Gaetano Salvemini tra gli emigrati in America, scritto da Pasquale per “Quindici” prima di lasciarci e un appassionato ricordo del suo caro amico Marco Ignazio de Santis, anch’egli nostro apprezzato collaboratore.


Accanto a questi ci sono altri articoli sulle visite di Cesare II Gonzaga a Molfetta nel 1612 e 1625 di Corrado Pappagallo, la Mostra di Addamiano “Molfetta, non amour” di Gianni Antonio Palumbo che si occupa anche della rassegna di poesia e arti figurative “La Memoria dell’Io”; la pubblicazione del libro di Nicola Mascellaro sul famoso scultore molfettese Filippo Cifariello; la recensione di Ignazio Pansini all’ultimo libro di Marco Ignazio de Santis e Vincenzo Valente “Il lessico botanico molfettese”; la 3ª Biennale internazionale a Grottaglie di pittura, scultura, ceramica “I colori della luce” a cura del molfettese mons. Pietro Amato, direttore dei musei storici del Vaticano.

Sempre presente con la sua vignetta il nostro Michelangelo Manente. Questa volta scherziamo sulla vicenda della mancata autorizzazione all’uso delle intercettazioni del sen. Azzollini

Insomma il numero in edicola, come sempre, è ricco di contenuti e temi interessanti con tanti nuovi argomenti che non trovate su altri media e che vi terranno compagnia per un mese di piacevole lettura, con approfondimenti che spaziano dalla cronaca alla politica, dall'economia all'attualità, dalla cultura allo sport.

Quindici, imitato e malamente copiato, resta l’unico giornale con le migliori firme, tanti giovani giornalisti di una redazione di qualità. Quindici, una rivista tutta da leggere, che vi offre l’informazione completa e approfondita e le notizie (dalla cronaca, alla politica, all’economia, alla cultura, alla fotografia), che gli altri non hanno.

Quindici, il giornalismo verità, di qualità.

Affrettatevi ad acquistare la rivista “Quindici” in edicola, non vi deluderà come gli altri. Una rivista che vale molto di più di quello che costa.

Quindici: quello che gli altri non dicono, Quindici: la rivista che si sceglie in edicola.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet