Recupero Password
La Regione si schiera contro la guerra La Giunta regionale chiede l'immediato cessate il fuoco
06 agosto 2006

BARI - La Giunta regionale presieduta dal Presidente, Nichi Vendola (nella foto), è intervenuta con un comunicato stampa in cui prende posizione sul nuovo terribile conflitto scoppiato in Medio Oriente e che sta colpendo pesantemente in particolar modo la popolazione civile, prima vittima della violenza sconsiderata della guerra. Il governo regionale auspica un immediato cessate il fuoco e dichiara di volersi impegnare “con ogni mezzo per promuovere la cultura di pace e la cooperazione con le comunità cokpite dal conflitto”. Riportiamo di seguito il documento diffuso dalla Giunta regionale: “La Giunta Regionale della Puglia, in riferimento alla drammatica situazione in atto nel Medio Oriente - esprime una profonda ripulsa nei confronti della guerra quale modalità di soluzione dei conflitti; - manifesta profonda solidarietà nei confronti delle popolazioni civili colpite; - sottolinea l'assoluta urgenza che tacciano le armi e si riapra la via per un negoziato che, nella salvaguardia della sicurezza di Israele, tuteli l'integrità territoriale del Libano e operi per il rientro dell'esercito israeliano entro i confini e per l'applicazione della risoluzione ONU per il disarmo degli Hezbollah; - ribadisce il fondamentale diritto del popolo palestinese ad avere uno Stato immediatamente e pienamente costituito; - chiede che le azioni della diplomazia internazionale, anche attraverso una piena e costruttiva attivazione dell'Unione Europea, intervengano ad assicurare una seria prospettiva di stabilità e di pace al Medio Oriente mediante: 1) la cessazione della guerra tra Libano e Israele; 2) la costituzione dello Stato Palestinese garantendo ad esso la continuità territoriale, l'accesso alle risorse idriche, la riappropriazione dei territori occupati da Israele nel 1967; 3) una equa soluzione del problema dei profughi palestinesi; 4) il riconoscimento di Israele da parte di tutti gli Stati dell'area e la effettiva tutela della sua sicurezza; 5) l'impegno contro ogni forma di terrorismo e di collusione con esso; 6) il controllo della escalation degli armamenti nell'area con particolare riferimento alle armi nucleari. La Giunta Regionale della Puglia si adopererà con ogni mezzo per promuovere la cultura della pace e la cooperazione con le comunità colpite dal conflitto”.
Autore:  
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet