Recupero Password
La Procura ordina: arrestate Fitto Chiesti gli arresti domiciliari per una presunta tangente sulla sanità. Bufera giudiziaria per l'ex governatore della Regione Puglia
20 giugno 2006

BARI - E' una vera e propria bufera giudiziaria quella che sta coinvolgendo l'ex Governatore della Regione Puglia, Raffaele Fitto (foto). Il neo-eletto deputato di Forza Italia, infatti, sarebbe tra i tre destinatari di una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari firmata dal Gip del Tribunale di Bari, il molfettese Giuseppe De Benedictis, per una inchiesta relativa a presunte tangenti, dell'ammontare di 500.000 euro, che sarebbero state versate nell'ambito di una procedura di appalto del valore di 198 milioni di euro, vinta dalla Fondazione San Raffaele presieduta dall'imprenditore romano Angelucci, per la gestione, in Puglia, di 11 Residenze Sanitarie Assistite. Per l'affidamento dell'appalto, stando all'accusa (che si avvarrebbe di numerosissime intercettazioni telefoniche), la cospicua tangente sarebbe stata versata in favore di alcuni esponenti della CdL e, in particolare, del movimento politico La Puglia Prima di Tutto, lista ispirata dallo stesso Raffaele Fitto e presentatasi alle ultime elezioni regionali del 2005, vinte, come noto, da Nichi Vendola con uno scarto di 14.000 voti sull'ex Governatore. Il provvedimento cautelare nei confronti dell'attuale coordinatore regionale di Forza Italia non è stato eseguito in quanto Fitto è stato eletto, alle scorse elezioni politiche, alla Camera dei Deputati e non può essere tratto in fermo senza l'autorizzazione di quest'ultima. A questo proposito sembra che la Guardia di Finanza (che ha comunque proceduto a sequestrare alcuni beni dell'ex Presidente della Regione) abbia già inoltrato richiesta per poter procedere all'arresto di colui che un tempo lo stesso Silvio Berlusconi ebbe modo di definire “la mia protesi”.
Autore: Giu. Cal.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet