Recupero Password
L'Udeur chiede un consiglio comunale ad hoc sul porto di Molfetta
14 dicembre 2007

MOLFETTA - Ancora il porto in primo piano. Questa volta è l'Udeur a chiedere una convocazione del consiglio comunale per affrontare la mancata adesione del Comune di Molfetta all'Autorità del Levante, con un comunicato che riporta le considerazioni già fatte in precedenza nella conferenza stampa del coordinatore regionale del partito Lillino Di Gioia. "Con Decreto Ministeriale è stata approvata l'estenzione della circoscrizione marittima delle autorità portuale di Bari ai porti di Manfrdeonia, Barletta e Monopoli – dicono la segreteria cittadina e il gruppo consiliare (consiglieri Mariano Caputo e Paolo Minervini nella foto) in un comunicato - facendo così nascere l'Autorità del Levante. I traffici di merci e persone sono in pieno sviluppo non solo con l'Albania, Grecia e Montenegro ma altresì con la Romania e la Bulgaria con il loro ingresso nell'Unione Europea. Nel 2015 si avrà l'abbattimento delle barriere doganali e la creazione delle aree di libero scambio. E' necessario lavorare alla creazione logistica migliorando i collegamenti aereoportuali, ferroviari e stradali con il porto. Essere soli non è più possibile, siamo al centro di un'area vasta, il futuro è lavorare senza campanilismi. Con l'Autorità del Levante facendo sistema con gli altri porti e utilizzando le Autostrade del Mare si può essere attori principali nel corridoio 1 e 8 transeuropeo. Se questi sono i contenuti che caratterizzeranno il ruolo dell'Autorità del Levante – continua il comunicato - l'azione del sindaco Azzollini che non ha dato l'adesione del comune di Molfetta, fa perdere questa grande occasione di sviluppo e occupazione per la comunità molfettese e rende improduttivo l'investimento di 120 miliardi di vecchie lire per il porto di Molfetta. Alla miopia del sindaco si aggiunge la omissione politica della Regione Puglia che dopo aver investito ben 120 miliardi non ha utilizzato i suoi poteri sostitutivi del comune per l'inserimento del porto di Molfetta nell'Autorità del Levante, in quanto porto Regionale e non Comunale. Siamo di fronte ad un assurdo politico. Uno che non vede al di là del proprio naso. Due che nella programmazione della portualità regionale non inserisce d'ufficio un proprio porto regionale. Per superare queste infauste scelte politiche che penalizzano per l'avvenire pesantemente lo sviluppo economico della città con ricadute pesanti sull'occupazione e sull'affermazione di Molfetta città turistica con il porto turistico e con il piano turistico D4, l'Udeur ha chiesto la convocazione del consiglio comunale quale unico organo titolato a decidere sulla programmazione per far sì che il porto di Molfetta rientri con apposita variazione del decreto ministeriale nel circuito dell'Autorità del Levante".
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet