Recupero Password
Ipsiam, informatica e cultura: tre ipertesti preparati dai ragazzi
09 giugno 2003

MOLFETTA – 9.6.2003 Questione femminile, comportamenti dei giovani oggi, influenze della musica nei comportamenti dei giovani. La scuola è attenta a queste tematiche tanto da farne oggetto di un approfondimento che ha prodotto tre ipertesti di buon livello tecnico-culturale. Nella scuola italiana è ormai da tempo in atto un processo innovativo, teso allo sviluppo delle competenze nei tre campi del futuro, quello delle tre I per intenderci (Informatica - Internet - Inglese). Ma l'Ipsiam Amerigo Vespucci di Molfetta rilancia e aggiunge una quarta lettera, la C di Cultura. Ecco spiegato il titolo che è stato dato alla manifestazione durante la quale sono stati presentati tre ipertesti: Informatica e Cultura. Tre progetti finanziati dalla Comunità Europea che hanno impegnato i ragazzi dell'Ipsiam per diversi mesi, guidati da un gruppo di progetto, da esperti esterni e da alcuni docenti. I lavori sono stati illustrati, nell'Aula Magna dell'Ipsiam Amerigo Vespucci di Molfetta con la partecipazione del vescovo della Diocesi di Molfetta, mons. Luigi Martella, del dirigente scolastico prof. Pasquale Gagliardi e del sindaco di Giovinazzo dott. Antonello Natalicchio (nella foto, da destra). Le docenti Mariangela Bavaro e Maria Eplite, dopo aver illustrato tutto il percorso che ha portato alla creazione finale dei tre prodotti, hanno ringraziato per la presenza mons. Martella. Sui giovani e in particolare sugli studenti don Luigi si è subito mostrato sensibile; infatti ogni inizio d'anno scolastico ha scritto lettere rivolte agli studenti (ne ha pubblicate già due) con semplici argomentazioni fondamentalmente tendenti a stimolare i giovani ad impegnarsi nella scuola, quale rifugio sicuro di una società, di una famiglia, i cui valori sono evidentemente in crisi. La presentazione dei tre prodotti è stata condotta interamente dai ragazzi che si sono alternati davanti alla postazione computer per illustrare i contenuti dei progetti. In sequenza sono stati presentati: “Ipermediando sulla questione femminile”: realizzato con il software Powerpoint; è stata analizzato la condizione della donna dagli inizi del '900 ad oggi. Esperto esterno: Annalisa Vendola. Collaboratori: Angela Alessandrini, Maria Rosaria Cirillo, Federico De Laurentis, Cosimo Minervini, Maddalena Pansini, Cosmo Silvano, Romina Valentini. Gruppo Ragazze: De Sanio Dalila, Povia Stefania, Iannelli Carmela, Salvemini Anna Luisa, La Forgia Anna, Iavarone Antonella, Altizio Maria Michela, Magarelli Marta, Tridente Rosa, Fruttidoro Francesca, Lucivero Marianna, Gadaleta Vincenza, Sallustio Mariafrancesca, Zaniz Vincenza, Magrone Marta. “Noi Giovani d'oggi”, realizzato con il software Frontpage; si è analizzato il comportamento dei giovani oggi. Esperti esterni: Gian Carlo Caragnano, Claudio Poggi. Collaboratori: Federico De Laurentiis, Vincenzo Nappi, Rosa Petruzzella, Sabino Pisani. Gruppo Ragazzi: Camporeale Pasquale, De Gennaro Domenico, De Palo Nicola, Di Molfetta Giuseppe, La Forgia Giandonato, La Forgia Vito, Nocera Anna, Pellegrini Vincenzo, Ruta Francesco, Summo Vincenzo, Veneto Giorgio. “Non solo musica”: realizzato con il software Toolbook; si è analizzato l'influenza della musica nei comportamenti dei giovani. Esperti esterni: Salvatore De Paolis; Claudio Poggi. Collaboratori: Federico De Laurentiis, Giuseppe De Ruvo, Maria Giancaspro, Vincenzo Nappi, Sabino Pisani. Gruppo Ragazzi: Caravella Pasquale, Chirico Graziano, De Gioia Cosmo, Mastropasqua Michele, Palma Mario, Pansini Valerio, Scardicchio Giuseppe, Scardigno Mauro, De Virgilio Tommaso, Samarelli Giuseppe. Al termine della presentazione dei tre ipertesti ha preso il vescovo che ha ringraziato il dirigente scolastico dell'Ipsiam per l'invito rivolto: "Mi devo complimentare per il lavoro svolto soprattutto perché sono state affrontate tre tematiche di grande interesse a me molto care". In particolare si è soffermato sul tema riguardante i giovani. "Bisogna entrare nel mondo dei giovani per poterli capire ed aiutare. Spesso le nostre chiese non sono frequentate dai giovani proprio perché ci manca la capacità di entrare nel loro mondo". Scherzando sui generi musicali più in voga tra i giovani ha detto: "Proporrò ai compositori di Musica Sacra di avvicinare le loro sonorità ai generi musicali più amati dai giovani". Successivamente sono intervenuti il sindaco di Giovinazzo, Antonello Natalicchio, che ha sottolineato l'importanza del lavoro che i docenti svolgono oggi, a differenza di alcuni anni fa, mentre il dirigente scolastico Gagliardi, nel complimentarsi per il lavoro svolto dai ragazzi e dai docenti, ha ammesso: "Spesse volte siamo in conflitto con i nostri giovani, proprio perché non riusciamo a capire il loro mondo. E' arrivato il momento di cominciare ad entrare nella loro dimensione". Al termine la consegna dei Cd agli ospiti e degli attestati di partecipazione ai ragazzi.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet