Recupero Password
In arrivo a Molfetta dispenser per sacchetti con cestini per le feci canine L'Asm installerà 15 contenitori nei punti più sensibili. Nuova ordinanza del sindaco con obblighi e divieti più chiari per un maggiore decoro della città e per contemperare le esigenze e i diritti degli animali con le esigenze dell'intera comunità cittadina
10 aprile 2014

MOLFETTA - Partirà la prossima settimana l’istallazione da parte dell’Asm di 15 distributori per i sacchetti mono uso per le feci canine con contenitori per la raccolta. “Stiamo sperimentando questa soluzione per migliorare la pulizia di quei marciapiedi e di quelle aree in cui maggiormente si presenta l’abbandono delle feci canine. L’Asm provvederà anche a sostituire la fornitura dei sacchetti. Siamo consapevoli che questo intervento potrebbe non bastare se non sarà accompagnato dalla collaborazione dei cittadini, per questo stiamo agendo su più fronti per tenere più pulita la città”. Così il presidente dell’Asm Antonello Zaza.

Inoltre oggi è stata pubblicata sull’albo pretorio la nuova ordinanza del sindaco relativa alle regole per la custodia e la conduzione dei cani e per l’obbligo di raccolta delle deiezioni canine, che recepisce, tra l’altro, le regole imposte dall’ordinanza del Ministro Lorenzin del 6 agosto 2013.
“Il rispetto delle poche regole previste – spiega l’assessore Angela Amato, con delega al benessere degli animali – pone le basi per una civile e pacifica convivenza tra i cittadini, riducendo anche la conflittualità che spesso emerge tra i proprietari di cani e gli ‘altri’. Le semplici regole esposte nell’ordinanza non si discostano da quelle che già normalmente un proprietario e/o conduttore “educato” e di buon senso già osserva, senza necessità di cartelli o di vigilanti alle spalle. Purtroppo, però, la quotidiana esperienza ci consegna una comunità in cui sono ancora numerosi i conduttori che non raccolgono le deiezioni, abbandonandole sul suolo pubblico, che liberano i cani in spazi dove non dovrebbero e che non si curano di usare le necessarie cautele nei luoghi e nelle circostanze che le richiederebbero”.
L’ordinanza fra l’altro rende obbligatorio essere sempre muniti di strumenti idonei alla raccolta delle feci canine, paletta o sacchetti monouso da mostrare a richiesta in caso di controlli, e di non condurre i cani nelle aree attrezzate a gioco per i bambini, nelle aiuole ove è vietato il calpestio, negli spazi pubblici che, per caratteristiche del suolo o della pavimentazione, rendano difficile o impossibile l’eventuale raccolta di deiezioni solide o, per il loro particolare pregio, possano essere danneggiate da deiezioni solide e liquide.
Il mancato rispetto delle disposizioni contenute nell’ordinanza farà scattare sanzioni abbastanza salate (da un minimo di 17 ad un massimo di 105 euro).
“Stiamo agendo in modo organico – conclude il sindaco di Molfetta Paola Natalicchio – ci sono i divieti ma anche i nuovi contenitori con i sacchetti monouso. Ci saranno anche i controlli, stiamo lavorando al protocollo d’intesa per affiancare alla Polizia Municipale dei volontari, appositamente autorizzati, per vigilare sul decoro urbano. La sfida di Molfetta pulita ci coinvolge tutti e passa dalla nostra disponibilità a metterci in gioco, cambiando abitudini e attuando il cambiamento che chiediamo a gran voce nei gesti di ogni giorno”.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""






Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet