Recupero Password
Il Rotary cresce e si rinnova. Seminario distrettuale a Bisceglie
Nicola Abbate, Marco Rotella, Massimo Ballotta e Vincenzo Sassanelli
11 novembre 2023

BISCEGLIE - La necessità di crescere e rinnovarsi è stata alla base del Seminario dell’effettivo del Distretto 2121 (Puglia e Basilicata) del Rotary International.
«Ogni organismo sociale, in assenza di queste azioni, è destinato a perire», ha sottolineato il Governatore del Distretto Vincenzo Sassanelli, aprendo a Bisceglie il Seminario Distrettuale dedicato al tema, «con l’obiettivo di parlare del nostro mondo, di chi siamo e chi vogliamo essere e di come crescere in un momento importante e topico per il futuro dell’Associazione e dei Club»
La novità di quest’anno è consistita proprio nel diverso spirito di partecipazione, più coinvolgente e meno ripetitivo. Perciò, superato il tradizionale incontro con l’uditorio riunito in platea ad ascoltare i relatori, si è puntato a un maggiore coinvolgimento dei soci riuniti attorno a tavoli da 10 posti (in due aule diverse, una sull’incremento e l’altra sul mantenimento dell’effettivo), rendendo ciascun partecipante, consapevole, attivo e, allo stesso tempo, protagonista del dibattito, non solo spettatore passivo. Questo ha permesso un confronto costruttivo, che ha portato alla compilazione di un questionario, oggetto di analisi Swot, per una valutazione reale delle criticità, con punti di forza e di debolezza, ma anche per analizzare opportunità e sfide da affrontare per produrre cambiamento e innovazione.
Ai rotariani si chiede di essere reattivi, cioè predisposti al cambiamento, avere o costruire, una vera e propria attitudine al cambiamento. “Essere più creativi nel coinvolgimento dei soci, come ha messo in evidenza Nicola Abbate, presidente della Commissione sull’effettivo, è importante, come pure comunicare bene i progetti di service: la strategia è importante, ma il capitale umano lo è di più. Ecco perché occorre trasformare le criticità in opportunità”.
In generale l’uomo, inteso come essere umano, è poco incline al cambiamento. Cambiare infatti ci spaventa, perché significa impegnare energie in qualcosa che non conosciamo e i meccanismi che ne scaturiscono spaventano, “accendono alert” che ci mettono in guardia dall’abbandonare le nostre consolidate abitudini.
L’essere umano è per sua stessa natura abitudinario e tende a seguire stereotipi che lo inducono ad una tranquillità/pigrizia intellettuale, a rimanere nella propria “zona comfort”.
L’incontro ha permesso di riflettere su cosa e come è possibile cambiare interrogandosi e conoscendosi meglio, vivendo questa opportunità come momento di crescita,
Per aiutare i partecipanti a confrontarsi, il Governatore Sassanelli ha invitato il Pdg Massimo Ballotta, Rotary Coordinator per la nostra zona e Marco Rotella, facilitatore ed esperto di processi formativi, già coinvolto al Ryla sulla leadership giovanile.
Rotella è partito dal concetto di resilienza attraverso il principio della rana bollita descritto dal filosofo americano Noam Chomsky: la rana immersa in acqua bollente salta fuori immediatamente dalla pentola, ma posta in acqua fredda riscaldata lentamente, dapprima si adatta, ma quando bolle, stremata, non ce la fa a uscire e finisce inevitabilmente bollita.
Spesso la società e i popoli tendono ad assumere come un dato di fatto il degrado, le vessazioni e la scomparsa dei valori e dell’etica. A tutti gli effetti, accettando la deriva e alimentandola con la loro inazione. Il principio enunciato da Chomsky vale anche a livello “micro”, nella vita di tutti i giorni dei singoli individui. Ecco perché si deve evitare la fine della rana, rendendosi partecipi della costruzione del proprio futuro perché ciascuno conti nelle prossime scelte in quanto partecipe di un momento nuovo e appassionante.
Il successo del Seminario è stato decretato dalla partecipazione record dei soci: oltre 300 a fronte dei 120-150 degli anni precedenti. Una conferma della necessità di rinnovarsi per migliorare il servizio del Rotary alla nostra società.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet