Recupero Password
Il Pd di Molfetta: dopo la sconfitta del SI pronti a riprendere il cammino verso le elezioni amministrative
12 dicembre 2016

MOLFETTA – Primo comunicato del Pd di Molfetta targato Antonio Di Gioia, il segretario eletto all’unanimità all’ultimo congresso.
Per far dimenticare l’era De Nicolo, il segretario uscente che ha postato il partito ai più bassi livelli della sua storia, la nuova segreteria, ammette gli errori del passato e non piange sulla sconfitta del SI anche a Molfetta, ma si propone in forma collaborativa nell’interesse della città.

«Ci piace ricordare quel giorno in cui l’intero Parlamento italiano ha vigorosamente applaudito il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, nel suo discorso di insediamento, poneva al centro del suo incarico la necessità, condivisa da tutte le forze politiche, di una svolta fatta di riforme per il benessere del Paese – è detto in un comunicato firmato dal segretario del circolo cittadino Antonio Di Gioia -.
Nasceva quindi il “governo delle riforme”, che in questi anni ha creduto a quella incitazione e al plauso di tutte le forze politiche, cercando di restituire efficienza al Paese, per condurlo forte nella competizione  con i paesi dell’Occidente.

Un governo che ha però pagato dazio per aver tentato di scardinare spazi di potere consolidati, terra di conquista di quelle forze politiche che hanno sempre dichiarato la volontà di un cambiamento, rimasto solo nel limbo della volontà.

L’ultima proposta di Riforma è stata sottoposta direttamente al Popolo italiano: l’ammodernamento della seconda parte della Costituzione. Purtroppo, il risultato delle urne è stato inequivocabile.
La grande prova di democrazia e partecipazione, però,  impone a tuti i partiti la necessità di confrontarsi maggiormente con i cittadini considerati, spesso, solo elettori e non partecipanti alla vita pubblica.

I Democratici molfettesi non intendono nascondersi dietro i dati elettorali/numerici che, pur non avendo premiato la proposta di cambiamento, confermano l’alto indice di gradimento del Partito e, tantomeno, intendono fare i conti in tasca alle altre forze politiche promiscue che hanno contribuito alla vittoria del NO nella giornata del 4 dicembre scorso.

La Comunità Democratica molfettese intende ripartire da questo dato numerico per riprendere contatto e consenso tra le fasce più deboli della popolazione, il ceto medio impoverito, il mondo della scuola e del lavoro in generale, i giovani precari in cerca di occupazione, gli anziani emarginati per affrontare una prossima e imminente stagione di riforme, ripensando agli errori commessi, nella consapevolezza di dover esplorare la volontà dei cittadini e delle forze politiche al cambiamento.

In questa prospettiva ci accingiamo a riprendere il cammino verso le elezioni amministrative del prossimo anno che, ancora una volta, vedranno il Partito Democratico al centro di una proposta politica che comporti la collaborazione di tutte le forze democratiche e progressiste disposte a condividere un progetto di chiara impronta riformista».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet