Recupero Password
Il gioco del “Fazzoletto di Ginevra”, giostra cavalleresca a Barletta
30 giugno 2003

BARLETTA – 30.6.2003 Domani, martedì, alle 11.30, presso la Lega Navale di Barletta, all'interno della conferenza stampa di presentazione dell'Estate Barlettana 2003, il sindaco Francesco Salerno presenterà il "Gioco del Fazzoletto di Ginevra", giostra cavalleresca ideata e realizzata dal Parco Letterario "Ettore Fieramosca" con la collaborazione del Comune di Barletta, inclusa nelle celebrazioni del Cinquecentenario della Disfida di Barletta. Il Gioco, alla sua prima edizione, si svolgerà il 5 luglio prossimo, nel Fossato del Castello, alle ore 18. I cavalieri sono 12, portano i nomi dei 12 cavalieri della Disfida e sono abbinati, a gruppi di quattro, alle tre Circoscrizioni di Barletta, ognuna contraddistinta da un colore. Uno degli scopi della manifestazione, infatti, è quello di coinvolgere direttamente i cittadini in una gara che, a differenza del Certame - di cui si sa l'esito pur nel fascino della competizione - lascia ogni volta aperta la possibilità di un diverso vincitore. Si è scelto di dare alla manifestazione la struttura di una giostra perché questo tipo di spettacolo era molto in auge nel '500, quando i cavalieri si tenevano così in allenamento, come in una "elegante palestra". La competizione si svolgerà in tre gare: nella prima gara, i 12 cavalieri al galoppo devono recuperare il maggior numero di anelli; la seconda gara prevede l'eliminazione diretta tra due cavalieri; la terza è lo spareggio tra i vincitori delle prime due. Fuori gara viene lasciato Ettore Fieramosca, l'eroe per eccellenza, per dar modo di conoscere ed apprezzare gli altri 12 cavalieri che furono fondamentali nella storia della Disfida. Il torneo prende il nome da Ginevra di Monreale, il personaggio femminile più importante del romanzo di D'Azeglio, la donna amata da Fieramosca, che donò all'amato Ettore il suo fazzoletto, all'epoca pezzo importantissimo del corredo delle nobildonne, poiché rappresentava il prestigio sociale della signora. Per ricalcare la tradizione storica, è stato realizzato un prezioso fazzoletto in seta bianca con disegnate le cifre di Ginevra di Monreale che riproduce, sulla base di una ricerca, i manufatti cinquecenteschi. Questo splendido "dono d'amore" rimarrà per un anno presso la Circoscrizione vincitrice. Leonardo de Sanctis
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet