Recupero Password
Il cordoglio unanime per la scomparsa di Guglielmo Minervini a Molfetta
02 agosto 2016

MOLFETTA – Numerosi, continui e unanimi messaggi di cordoglio per la scomparsa di Guglielmo Minervini, già sindaco di Molfetta e assessore regionale del Pd e attualmente consigliere regionale e capogruppo di "Noi a sinistra per la Puglia".

“Le parole non bastano, le parole non servono, le parole non riescono, le parole non escono. La strada insieme resta. Ciao Guglielmo”, scrive sinteticamente l’ex sindaco Paola Natalicchio.

Vescovo mons. Domenico Cornacchia: "Egli, tra i primi condiocesani ha chiesto di incontrarmi dopo il mio ingresso a Molfetta. Antica e fraterna amicizia ci legava. Ho sempre apprezzato in lui lealtà, simpatia, attenzione per i bisognosi e lettura dei segni dello Spirito divino nella storia degli uomini".
La Diocesi: “Guglielmo Minervini  è stato protagonista e iniziatore di alcune esperienze notevoli sul territorio diocesano: con la profonda e tenace amicizia di Franco De Palo fu tra i primi obiettori di coscienza al servizio militare in servizio civile, vissuto da lui nel quartiere del Duomo, sfociato poi nella istituzione della Casa per la Pace. Furono gli anni ’80 che coincisero anche con l’episcopato di Mons. Tonino Bello col quale Guglielmo collaborò direttamente per alcune battaglie civili, legati anche dall’adesione al movimento Pax Christi, di cui don Tonino fu presidente e Guglielmo consigliere nazionale. L’impegno di Guglielmo in Diocesi prese forma anche nella collaborazione redazionale del settimanale diocesano Luce e Vita, sulle cui pagine pubblicò servizi e inchieste di denuncia su dinamiche sociali difficili. Poi, sempre con la complicità di Franco, fondò inizialmente presso la Casa per la Pace, in via Massimo D’Azeglio a Molfetta, l’editrice “la meridiana” orientata alla promozione culturale particolarmente sui temi della pace, dell’educazione alla pace, della non violenza attiva e dell’impegno civile. Nell'ultimo suo libro "La politica generativa", aveva quasi racchiuso la sua visione ed esperienza politica, vista come laboratorio di partecipazione più che gestione del potere. Una vita vissuta fino in fondo, fino in cima, per dirla con don Tonino, la cui memoria resta a viva testimonianza per tutti”.

Nichi Vendola: "Guglielmo è stato un uomo del futuro, un politico generoso e visionario, un costruttore di pace e di giustizia sociale".

Michele Emiliano: “La scomparsa di Guglielmo Minervini mi rattrista molto. Esprimo a nome della Regione Puglia il mio sincero cordoglio alla famiglia di Guglielmo”.

Mario Loizzo e Consiglio regionale: “Guglielmo Minervini era un uomo come ce sono pochi, ricordo con commozione il politico lungimirante, il compagno di partito, l’amico indimenticabile”, esprimendo a titolo sentitamente personale e a nome dell’intera Assemblea, partecipazione e vicinanza alla famiglia, per la dolorosa scomparsa dell’attuale capogruppo di Noi a Sinistra in Consiglio regionale. “Condivido con quanti hanno conosciuto Guglielmo un senso di vuoto e di che non sarà facile colmare. Abbiamo perduto tutti una presenza amica, un contributo politico ogni volta chiaro e puntuale, spesso determinante. Era un uomo sereno, discreto, dal sorriso aperto, un compagno di partito e un amico indimenticabile. La sua capacità di guardare lontano, i progetti che ha realizzato e fatto realizzare, il futuro che ha contribuito ad offrire a tanti giovani resteranno a ricordarlo per sempre”.

Azione Cattolica diocesana Molfetta: “Dopo aver combattuto a lungo la malattia, non è più tra noi Guglielmo Minervini. L’Azione Cattolica diocesana partecipa commossa al dolore che ha colpito la famiglia Minervini e gli amici dell’Agesci per la prematura scomparsa del caro Guglielmo, uomo politico, già sindaco di Molfetta, da sempre scout. Ricordandone con gratitudine il servizio e la testimonianza cristiana nella comunità civile, esempio per le generazioni future, lo affida nella preghiera al Signore della Vita”.

Angela Amato, ex assessore: “Certe notizie ti stroncano ogni pensiero e ti chiudono la gola. Ciao Guglielmo”.

Nicola Piergiovanni ex presidente del consiglio comunale: “Hai fatto parte del cambiamento della nostra città. RIP”

Giuseppe Percoco, ex consigliere comunale del Pd: “Ci sono giornate che non vorresti vivere, parole che non vorresti mai pronunciare. Preferisco pensare che questo sia solo un arrivederci tra noi. Ci hai insegnato come affrontare la vita anche nelle prove più difficili ed un modo di interpretare la politica fatta da idee e progetti che camminino sulle gambe di una comunità e che guardino lontano. Buon viaggio Gu! Mi mancheranno tremendamente le nostre chiacchierate e la tua propensione ad accogliermi sempre”

Concita De Gregorio: “Rosì resta, ridente”

Gruppo regionale del Pd: “Il gruppo consiliare del Partito Democratico alla Regione Puglia esprime il proprio cordoglio per la prematura scomparsa del consigliere regionale Guglielmo Minervini. La sua attività politica ed amministrativa ha rappresentato in questi anni un esempio concreto di buona politica, fatta di idee e di valori, sempre al servizio dei cittadini pugliesi, ed in particolar modo dei più deboli. La sua scomparsa lascia un vuoto tra i banchi del Consiglio Regionale ed in tutti noi che, anche quando abbiamo avuto posizioni diverse, ne abbiamo sempre rispettato la profonda onestà intellettuale e la grande passione per la nostra terra”.  

Gruppo regionale di Forza Italia (Caroppo, Damascelli, Franzoso, Gatta, Marmo) si unisce al cordoglio dei famigliari e dell’intera comunità pugliese per la scomparsa di Guglielmo Minervini, che lascia un vuoto profondo in chiunque l’abbia conosciuto e frequentato, dapprima come uomo e poi come politico e amministratore. Di lui resta una traccia ed una testimonianza indelebile di passione civile, coraggio, coerenza e di generosa sensibilità per le battaglie sociali in favore dei più deboli. Sempre fedele alla sua terra di Puglia ed ai pugliesi”.

Francesco Boccia: “Voglio esprimere tutta la mia vicinanza alla famiglia e alla grande comunità politica molfettese e pugliese che ha sempre sostenuto le idee e i valori di Guglielmo Minervini, un esempio della politica per bene”.

Michele Mazzarano, capogruppo PD in Consiglio regionale: “Con Guglielmo Minervini ci lascia una personalità politica non comune. Egli ha contribuito a far conoscere la buona politica della nostra terra fuori dai suoi confini. Di lui stupiva la originale capacità di unire l’analisi puntuale dell’esistente e una visione radicale di cambiamento, la concretezza e l’idealità che lui sapeva armonizzare nella prassi ordinaria dell’amministrare la cosa pubblica. Perdiamo un uomo forte dal pensiero lungo, un dirigente politico con cui era sempre interessante confrontarsi, anche da posizioni diverse. La tenacia sovrumana con cui, in questi anni, ha combattuto la malattia, ha colpito tutti noi. Guglielmo non si è mai fatto vincere dalle avversità e mai si è fatto piegare dal male che lo affliggeva. Ha combattuto col sorriso luminoso di chi crede nella vita e conosce il senso profondo della speranza. Ecco: più di ogni altra cosa egli ci ha insegnato che l’amore per la vita può ispirare la bellezza della politica. Grazie Guglielmo”.

Movimento 5 Stelle: "I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, appresa la tragica notizia, si stringono con cordoglio sincero intorno ai familiari del collega Guglielmo Minervini".

Giannicola De Leonardis, Luigi Morgante e Gianni Stea, del Gruppo Area Popolare alla Regione Puglia: “Ha vissuto la sua breve vita in maniera encomiabile ed esemplare, con coraggio, passione, onestà, dignità, coerenza, rispetto per battaglie e principi e soprattutto per le persone più bisognose, senso di profonda appartenenza e legame alla propria comunità, senza mai risparmiarsi e arrendersi nemmeno dinanzi a ostacoli apparentemente insormontabili e nemmeno davanti alla grave malattia che lo aveva colpito, ma che ha scelto di affrontare sempre a viso aperto, moltiplicando i suoi impegni e le sue energie, da assessore prima e da semplice consigliere regionale poi. Guglielmo Minervini era un gigante, a dispetto del corpo sempre più fragile: un uomo, prima ancora che un politico e un amministratore, di uno spessore immenso. Un collega con il quale continuamente confrontarsi sapendo che la sua esperienza, la sua profondità di analisi e riflessione ti avrebbero comunque arricchito. Una figura capace di dare un senso e un’anima alla Politica più bella e più vera, che ha seminato tracce di sé importanti e preziose nella sua terra tanto amata. Un amico del quale oggi piangiamo affranti la scomparsa, in un giorno di immenso dolore e sgomento, ma con la consapevolezza di quanto sia stato bello e indimenticabile averlo conosciuto. Ci stringiamo con affetto a sua moglie, ai suoi cari, alla sua città, ai quali porgiamo sentite condoglianze. Ma è la Puglia tutta che ha perso uno dei suoi figli migliori”.

Consiglieri regionali "I Popolari": La politica non è sempre terreno di scontro. Con Guglielmo Minervini abbiamo imparato che è anche luogo d’incontro e di programmazione. La morte dell’amico Guglielmo mette tristezza per la perdita di una persona stimata e per il vuoto che lascia come riferimento di una politica sana, vicina alla gente, pronta ad essere interprete delle esigenze dei cittadini. Come Gruppo Popolari esprimiamo tutta la vicinanza ai familiari di Guglielmo Minervini e ci uniamo a tutti i pugliesi che hanno imparato a conoscerlo e apprezzare il suo impegno e la sua disponibilità”.

Il segretario regionale del Pd e consigliere regionale, Marco Lacarra: “Ci ha lasciato un grande uomo. Un uomo di rara statura umana e politica. Un combattente vero, che non ha mai rinunciato per un solo istante alle sue idee e al suo credo. Un politico di razza che non è mai sceso a compromessi per interessi personali e che ha combattuto fino all’ultimo istante con coraggio e determinazione per sconfiggere il male che da tempo lo affliggeva. E nel rispetto del suo ruolo istituzionale e della comunità che con rigore intellettuale ha rappresentato, ha lavorato alacremente fino alla fine. Fai buon viaggio Guglielmo, è stato un grande onore aver fatto un pezzo di strada insieme a te”.

Gruppo regionale dei Conservatori e Rifomisti (Zullo, Congedo, Manca, Perrini e Ventola): “Guglielmo Minervini non è stato un avversario politico. Ai nostri occhi era un appassionato della politica e un guerriero della vita! Le sue battaglie politiche - che abbiamo fortemente avversato sia da assessore della Giunta Vendola, sia ora come capogruppo di Noi a Sinistra - erano condotte talmente con grande onestà intellettuale e forza d’animo, che anche negli scontri verbali avevamo sempre la percezione di avere di fronte un politico che, seppure da una visuale diversa, aveva a cuore la Puglia, i giovani, il futuro di questi. In questi anni lo abbiamo visto tante volte combattere e vincere contro il male che gli debilitava il fisico ma non la passione. Anche l’ultima volta quando abbiamo letto su Facebook il suo messaggio avevamo la certezza che ce l’avrebbe fatta ancora e sarebbe tornato a fare politica come prima e più di prima. Il pensiero che non lo rivedremo più ci addolora profondamente. Perdiamo un avversario politico, ma anche un amico, una persona al quale era non solo facile portare e avere rispetto, ma voler bene perché era sempre pronto a sorridere anche quando la vita gli richiedeva prove indicibili. Non lo dimenticheremo!”.

Mino Borraccino consigliere regionale (NSP): “Perdo un amico sincero, compagno di tante battaglie. Nessuno come lui ha incarnato il vento del cambiamento pugliese dell’ultimo decennio, è stato il volto della rivoluzione gentile vendoliana, inventore di Bollenti Spiriti, sempre a stretto contatto con il mondo giovanile che era naturalmente attratto dalla sua innata forza spirituale. La sua frequentazione con Don Tonino Bello ha lasciato in lui un marchio indelebile che quotidianamente leggevi nel suo agire. In questo ultimo anno spesso attingevo da lui pillole di saggezza e suggerimenti politici. Oggi la Puglia piange per la scomparsa di un uomo mite e dotato di straordinaria capacità politica. Mancherai a tutti, ciao Guglielmo”.

Paolo Pellegrino e dei consiglieri Alfonso Pisicchio e Giuseppe Turco (La Puglia per Emiliano): “Non è retorica. Guglielmo era davvero una persona perbene, un uomo con l’alto senso delle istituzioni, un politico con la P maiuscola, che ha sempre messo al centro gli interessi della Puglia e dei pugliesi. Oggi ci lascia un grande vuoto, difficile da colmare per chi lo ha conosciuto e gli ha voluto bene. È stato un combattente vero e sino all’ultimo abbiamo sperato nella sua vittoria contro la battaglia più dura. Onore a te caro amico Guglielmo. La Puglia e i pugliesi non ti dimenticheranno”.

Peppino Longo (Udc): “Esprimo sentimenti di profondo cordoglio per la scomparsa di Guglielmo Minervini, uno degli uomini più rappresentativi della politica pugliese e appassionato leader di mille battaglie civili. Guglielmo ha sempre rappresentato il concetto profondo di un uomo libero e la sua azione è costantemente stata incentrata a difesa di questo elevatissimo valore”. 

 

 

 

Nicola Fratoianni, deputato Sel: “Guglielmo Minervini ci ha lasciato, con lui se ne va una bella persona, mite, determinata. In Puglia è stato un protagonista del cambiamento”.

Consulta femminile Molfetta: “A Guglielmo Minervini, con stima e gratitudine la Consulta Femminile di Molfetta rivolge un pensiero di commiato con profondo dolore e cordoglio. Ne ricorda la forza morale e la ricchezza intellettuale come mente brillante, uomo e politico. Già sindaco di Molfetta, poi assessore e consigliere regionale della nostra Puglia, Guglielmo Minervini ha dato alla terra che amava idee, progetti, sogni veri che si sono concretizzati nel tempo con forza e tenacia. Grande è chi, in questo nostro mondo, si pone a servizio degli altri e Guglielmo Minervini lo ha sempre fatto. Un esempio di onestà intellettuale per tutti e tutte. In questo momento di profondo smarrimento e sconforto, la Consulta Femminile di Molfetta è accanto al dolore di Maria ed Elisa, sempre presenti come donne attive nella nostra comunità. Siamo con loro ricordando i momenti comuni di impegno, con la consapevolezza che la bellezza interiore e la gentilezza di Guglielmo rimarranno tra noi. Per sempre”.

Elvira Zaccagnino e la meridiana: “Ora lascia, o Signore, che il tuo servo vada in pace secondo la tua parola; ... e che i suoi occhi vedano la tua salvezza preparata da te davanti a tutti i popoli.... Buona strada Guglielmo...

Silvio Salvemini Sel Molfetta: “L'esempio che ci lasci, l'inquietudine protesa al cambiamento, la passione, la curiosità, la ricerca dell'innovazione, l'essere eretici contro ogni genere di dogmi, non cedere mai nella lotta alle ingiustizie, avere sempre sete di futuro. Ciao Guglielmo”.

Gruppo consiliare alla Regione Puglia di "Noi a Sinistra per la Puglia": il Gruppo perde il suo faro, il suo capogruppo, il suo motore inesauribile. All'intero Consiglio mancherà il suo acume e la sua esperienza. Mancherà a tutti! Resterà indelebile il suo programma per le politiche giovanili Bollenti Spiriti».

Bepi Maralfa, già vicesindaco di Molfetta: “È una persona che lascia forti segni della sua presenza: la forza, di esempio per tutti, con cui ha condotto la lotta contro il male fisico, mai arrendevole e senza mai farsene scudo agli occhi della gente, sino al punto che in pochi hanno davvero compreso la reale entità del suo male; l'impegno profondo, a vantaggio della comunità cittadina (e non solo) nella quale ha affondato per la prima vota le innovative, rigogliose e durature radici di quel Movimento civico cristiano e politico i cui proseliti sono ancora oggi tangibili”.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet