Recupero Password
Gazzarra al consiglio comunale: il Pdl di Molfetta rilancia l'accusa all'opposizione
29 giugno 2010

MOLFETTA - Pubblichiamo il comunicato stampa del Pdl di Molfetta, sulla gazzarra avvenuta all'ultimo consiglio comunale, inviato dal vice segretario del Pdl, Pasquale Mancini:

"Quanto sarebbe più utile una opposizione costruttiva che almeno sui grandi temi si sforzasse, nel rispetto dei ruoli, di lavorare a fianco di chi ha avuto la fiducia degli elettori per governare fino al 2013.
Negli anni passati la sinistra locale si è sempre distinta per la sua attività "contro"..contro lo sviluppo, contro il futuro, contro tutto, ma non aveva mai tifato cosi evidentemente per l'avversario.
Continui ostacoli burocratico/amministrativi alle attività dell'Amministrazione, qualche sgambetto da cartellino giallo, e la (malnutrita) speranza che altri poteri - infischiandosene del volere degli elettori -  ponessero fine alla supremazia del centro destra e del Popolo della Libertà.
Mille ostacoli ai lavori del Porto, mille questioni sulla creazione di infrastrutture nella zona di espansione artigianale e industriale, il centrosinistra ha di fatto co-diretto una vasta operazione contro Molfetta per misere esigenze elettorali… una fase di normale Tafazzismo finita male..come tutte le operazioni "a perdere" della sinistra locale.
Ma i ripetuti insuccessi del PD , la inesistenza della pur minima attività propositiva da parte della opposizione consiliare, e il completamento - da parte della maggioranza - di quella rete di governo così utile (direi indispensabile) al futuro della nostra Gente, hanno di fatto incattivito una sinistra molfettese eternamente in cerca d'autore.
Svanite le illusioni  dell'effetto Vendola, il centro sinistra si è ritrovato quello di sempre e ha optato, pur di sopravvivere,  verso un pericoloso "salto di qualità": non più solo l'attesa, ma la provocazione dell'evento.
Sale il tono degli scontri, gli sgambetti diventano fallacci da cartellino rosso, si rallenta ogni attività amministrativa, si lavora contro la Città.
Ci si compiace quando qualcosa non va, si esulta ad ogni inciampo.
Non è un bel vedere.
Forse sciacallaggio è una parola grossa, ma di sicuro la storia non ha insegnato nulla: alla vigilia del 7 luglio si continua a soffiare sul fuoco, ad alimentare rancori, ad additare responsabili.
Il 5 novembre, appena appreso dalla CNN che il vantaggio del futuro Presidente Obama appariva incolmabile, John McCain dichiarò al Paese: sono orgoglioso di essere cittadino americano, Barack Obama è il mio Presidente.
Abbassiamo i toni, condividiamo gli sforzi: non è tempo di giocare sulla pelle della povera gente, siate orgogliosi di essere Molfettesi".

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet