Recupero Password
Finalmente lo svincolo per la statale 16 bis
15 ottobre 2009

Finalmente ci siamo! Grazie ad una delibera A.n.a.s. il Comune di Molfetta, unitamente a quello di Giovinazzo può usufruire della bella cifra di circa 19 milioni di euro per progettare e realizzare lo svincolo dell’asse Giovinazzo Nord, Molfetta Sud, Molfetta Nord sul tratto di strada S.S. 16 Bis. Ma facciamo un passo indietro. I lavori di questo tratto di strada, furono appaltati all’impresa di costruzioni stradali Di Corato circa venti anni fa. Sfortuna ha voluto che ci si è imbattuti nel fallimento della stessa, per cui, per legge avrebbero dovuti essere consultati i libri contabili, al fi ne di poter eff ettuare i relativi collaudi tecnico amministrativi dei lavori già effettuati. La cosa non fu resa possibile perché i documenti suindicati furono distrutti, o comunque quasi per incanto resi irrintracciabili, costringendo i tribunali preposti, ad aff rontare la ricostruzione della storia economico fi nanziaria dell’impresa in questione, chiamasi contabilità, al fi ne anche di poter eff ettuare tutti i collaudi statici ed i relativi saldi economici delle opere fi no ad allora eseguite. Determinante doveva essere l’apporto dell’A.n.a.s. Compartimento di Bari per l’espletamento delle aste concernenti i rimanenti lotti, ma per regolamento interno al succitato ente, i responsabili compartimentali ruotano nelle loro funzioni ogni due anni circa, per cui gli sforzi compiuti anche dalle precedenti amministrazioni, sono stati resi vani, in quanto gli interlocutori cambiavano continuamente. Ma la tenacia e la competenza dell’Uffi cio Tecnico del Comune di Molfetta, nella persona del suo dirigente, l’ing. Enzo Balducci, è stata puntualmente premiata, in quanto anche grazie all’interessamento dell’ing. Marzi nuovo capo compartimentale dell’ente appaltante, di concerto con i tecnici molfettesi ha “velocizzato”la pratica, permettendo a Molfetta di poter usufruire di un’importante realizzazione infrastrutturale, in grado di poter far accrescere e migliorare anche dal punto di vista economico l’intera economia della nostra comunità, poiché, lo svincolo Nord soprattutto, riveste un ruolo strategico anche in chiave futura, in quanto ha un compito di collegamento tra strada statale, zona industriale, ed il nuovo insediamento del porto commerciale. Storie di ordinaria disorganizzazione si direbbe? No, sono le negligenze di chi ci amministra, quale esso sia il livello di potere gestito, che causa l’ottenimento da parte di una comunità, (Molfetta-Giovinazzo) di una infrastruttura strategica venti anni dopo. Per ciò che ci riguarda, dalle pagine di questo giornale, vigileremo sempre affi nché non accada più che un’azienda in odor di fallimento come la Di Corato si aggiudichi una gara così importante, ledendo gli interessi di due città, perché come già detto nei precedenti articoli scritti su Quindici, la scommessa vincente per Molfetta nel presente-futuro, sono i migliori servizi resi all’impresa ed alla persona, e le infrastrutture. Non possiamo essere penalizzati così. Siamo anche noi nella società post-industriale? O no?

Autore: Michele Mininno
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet