Recupero Password
Fight for pink, Molfetta si prepara ad ospitare il Giro d’Italia
15 febbraio 2017

Sta entrando nel vivo l’organizzazione delle iniziative legate all’ottava tappa del Giro d’Italia che partirà da Molfetta per giungere, dopo 189 chilometri, a Peschici. Una edizione storica, visto che si tratta del centesimo appuntamento con la più importante gara ciclistica nazionale. L’evento, per Molfetta, non si esaurirà nella giornata del 13 maggio bensì vedrà il coinvolgimento dell’intera città nei mesi che ci separano dalla gara sportiva. Tutto ha preso il via dopo il sopralluogo tecnico dello scorso ottobre. Successivamente, con la delibera commissariale del 15 dicembre scorso sono stati indicati gli enti chiamati a comporre il Comitato di Tappa, con tale provvedimento si voleva creare un organo gestionale veloce, che potesse far vivere all’intera città tale evento non solo nel giorno della tappa. Non a caso sono state convocate le maggiori autorità sportive, i rappresentanti del settore commercio e le associazioni di accoglienza turistica nonché i responsabili degli uffici comunali interessati. Come ha affermato il Commissario Straordinario Mauro Passerotti nel corso della recente conferenza stampa «l’Ufficio Sport ha sentito le varie associazioni indicate, chiedendo la designazione di un rappresentante e, sulla base delle indicazioni pervenute, è stato costituito il Comitato come da delibera dello scorso 21 dicembre». Il Comitato, dunque, è composto da Loredana Lezoche, presidente del Comitato di Tappa, Tommaso Depalma (sindaco di Giovinazzo), Domenico De Candia (C.S.A.I.N. Provinciale), Domenico Valente (Panathlon Club Molfetta), Lillino De Palma (presidente del comitato regionale Federciclismo), Leo Petruzzella (Pro Loco Molfetta), Onofrio Grieco (ATI Next Stop Molfetta – Ufficio IAT), Salvatore Farinato (Confcommercio), Raffaella Altamura (Confesercenti), Laura Scardigno (Molfetta Shopping), Pasqua Vilardi (Confartigianato), dirigenti e funzionari comunali come Lazzaro Pappagallo, Alessandro Binetti, Roberta Lorusso, Gianni d’Elia e Rosa Losito. Reso noto anche il percorso di quello che possiamo definire ‘‘giro d’onore’’ all’interno della città, prima della vera e propria partenza: via San Domenico, via San Carlo, via Madonna dei Martiri, via Tenente Ragno, via Sergio Pansini, Corso Margherita di Savoia, via Edoardo Germano, Corso Vito Fornari, via San Francesco d’Assisi, tornerà in via Madonna dei Martiri. Individuati anche i luoghi in cui saranno allestiti il palco e podio firma (zona Duomo), il villaggio commerciale (zona Madonna dei Martiri) e la zona “hospitality” (banchina Seminario). La tappa partirà invece all’altezza di Cala San Giacomo, come riportato sulla pagina facebook dell’evento. Intanto è stato pubblicato anche “l’avviso pubblico per l’affidamento, a titolo gratuito, della redazione e della esecuzione di un piano di Marketing Turistico Territoriale e comunicazione integrata per l’organizzazione e gestione di iniziative, eventi, mostre e manifestazioni e ricerca sponsor”. A tale proposito, la presidente del Comitato Loredana Lezoche, sempre nel corso della conferenza stampa, ha sottolineato che il bando privilegerà la formazione di ATI tra aziende di settore diverso, poiché unendo professionalità differenti si possono dare una risposte più efficaci ed efficienti. Eventi collaterali animeranno la nostra città da marzo sino al 13 maggio ma che potrebbero proseguire anche oltre lo svolgimento della tappa. Saranno ufficializzati in una conferenza stampa convocata per il 25 febbraio (quando dovrebbe essere espletato anche il bando) ma si parla di eventi musicali, convegni, iniziative sportive con la presenza di storici campioni del ciclismo, appuntamenti culturali, enogastronomici, con coinvolgimento delle scuole, delle famiglie, degli esercizi commerciali. La città, intanto, ha cominciato a ‘‘vestirsi’’ di rosa: a cento giorni dalla partenza del Giro d’Italia edizione 100 alcuni siti e monumenti molfettesi sono stati ‘‘colorati’’ con fasci di luci: Duomo, Basilica Madonna dei Martiri, il Mercato Ittico all’ingrosso, Banchina San Domenico, la Cattedrale, Palazzo De Lago a Corso Umberto, l’edificio che ospita la scuola elementare Cesare Battisti, la Chiesa del Santissimo Crocifisso in piazza Cappuccini. Come sempre, si sono scatenate polemiche sui social, quasi che quella molfettese fosse una iniziativa isolata, ignorando tutte le città che ospiteranno il Giro stanno mostrando il loro legame con la Corsa Rosa, illuminando i simboli che le rappresentano tra monumenti, piazze, vie e creazioni particolari, dalla Torre di Sulis di Alghero al Museo Archeologico di Olbia, dal Monumento Naturale degli Scogli Rossi ad Arbatax (Tortolì) alla statua della Dea Athena sul lungomare di Reggio Calabria, dal Trullo Sovrano di Alberobello alla Fontana del Nettuno in Piazza della Signoria a Firenze, il Battistero di Biella (Oropa) alla Chiesa di San Biagio a Valdengo, solo per citarne alcuni. Come ha più volte sottolineato la presidente del Comitato di tappa, Loredana Lezoche «la partenza dell’ottava tappa del Giro a Molfetta rappresenta un’opportunità per la città sia in termini di immagine che in termini di ricadute per il tessuto economico e imprenditoriale della città». Come non condividere? A questo punto non resta che tifare Fight for Pink.

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet