Recupero Password
E' scomparso il cav. Alfonso Mezzina, maestro dell'arte tipografica a Molfetta
06 gennaio 2009

MOLFETTA - E' scomparso questa mattina a Molfetta all'età di 86 anni il cav. Angelo Alfonso Mezzina (foto), una figura storica dell'imprenditoria molfettese e un Maestro dell'arte tipografica. La sua tipografia in Largo S. Angelo era un simbolo per la città: tutti sono passati da lui per stampare un giornale o un libro negli anni d'oro quando fare un giornale o pubblicare un libro era non solo un'arte, ma soprattutto difficile e laborioso. Da tipografo ad editore il passo fu breve e don Fonsino fu sempre disponibile a pubblicare i libri di storia locale (anche gratuitamente) di quella sua Molfetta che tanto amava e della quale conservava molti ricordi e fotografie. Molti scrittori e autori di storia locale, fra cui i nostri illustri collaboratori Giovanni de Gennaro, Marco Ignazio de Santis, Pasquale Minervini, Ignazio Pansini, Donato Altomare e Corrado Pappagallo hanno fatto tesoro dei suoi consigli pubblicando, per le edizioni Mezzina, pregevoli libri che fanno parte della storia della città. Don Fonsino era prodigo di consigli con tutti e non esitava a rifiutare un lavoro se riteneva non fosse in linea con l'arte tipografica e non avesse ricchezza di contenuti: ci teneva a mantenere alto il nome di quella tipografia conosciuta non solo a Molfetta, ma anche nella provincia di Bari. Ma il ricordo del comm. Mezzina resterà legato al periodico diocesano “Luce e vita”, il più antico della Diocesi, ma soprattutto al mensile “Molfetta nostra” realizzato e portato avanti da solo da un'altra indimenticabile figura del giornalismo e della politica molfettese, il prof. Vincenzo Zagami. Dopo la sua morte ci sono stati vari tentativi di far rinascere quel giornale, ma con scarsi risultati. Il successo di “Molfetta nostra” era legato, infatti, al binomio Zagami-Mezzina e, una volta scomparso il primo, è morto anche il giornale. E questo era uno dei rimpianti maggiori di don Fonsino che ricordava sempre a tutti quelli che lo andavano a salutare nella sua tipografia, dove era sempre presente ogni giorno, quel periodo importante della storia pubblicistica locale. Alla famiglia del cav. Mezzina e in particolare alla moglie, alle figlie e ai generi, il sindaco sen. Antonio Azzollini e il presidente della Fondazione Valente dott. Pietro Centrone, vanno le condoglianze del direttore e della redazione della rivista mensile “Quindici” e del quotidiano “Quindici on line”.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""



Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet