Recupero Password
Dall’alta moda 1300 posti di lavoro Il parco tematico terziario nella zona Asi
15 ottobre 1999

di Francesco del Rosso Se il presidente dell’Asi, Nicola Pontrelli, voleva stupire, sicuramente c’è riuscito. Sbandierare alla stampa, prima di presentarlo alla Regione e al Comune di Molfetta, un mega progetto denominato “Parco tematico terziario-distributivo”, ha avuto l’effetto di suscitare insieme allo stupore, più perplessità che entusiasmi. Eppure le cifre sono da capogiro: un’area di 260.000 mq (un terzo dell’area che si sta infrastrutturando), 150 miliardi d’investimento, un impatto occupazionale di circa 700 addetti diretti e 600 nell’indotto. La società che ha presentato il progetto è “Alfa 1” di Brescia, che distribuisce prodotti manifatturieri per industrie nazionali e internazionali. Questo tipo di struttura sembra essere la nuova frontiera della distribuzione: fondere, nell’insieme di un progetto architettonico coordinato, le funzioni distributive (tutte no-food) con quelle ricreative, del tempo libero e dell’intrattenimento. La filosofia è accattivante: attirare i consumatori attraverso una serie di strutture per il tempo libero. Catturati i clienti con gli “effetti speciali”, inevitabilmente questi prima o poi entreranno nei vari negozi. E qui c’è la prima novità: nei negozi del “Parco” la merce in vetrina sarà costituita da capi d’abbigliamento dell’alta moda, le grandi firme che vestono il jet-set internazionale, ma alla portata di tutte le fasce di consumatori. Infatti, non si venderanno le ultime collezioni delle grandi griffe, ma le penultime o terz’ultime, insomma gli stock di merce invenduta a prezzi fortemente scontati. La distribuzione di questo tipo di merce sta vivendo un boom in Italia con i negozi denominati “out-let” che a Bari stanno nascendo come funghi. Ma non c’è solo questo, infatti, il “Parco” si configura come una vera e propria cittadella con due settori: da un lato un agglomerato di botteghe dai 100 ai 500 mq, dalle caratteristiche architettoniche in linea con le costruzioni del territorio; dall’altro una serie d’attrezzature per il tempo libero e il divertimento: parchi verdi, strutture per lo sport, la cultura e il divertimento. Insomma un luogo d’incontro e di richiamo per tutta la Puglia e non solo. Infatti si ipotizza un bacino di utenza fino a due ore di percorrenza veicolare, per una stima di circa 3 milioni di persone l’anno. Nonostante questi numeri le perplessità non mancano. In primo luogo sugli effetti che una struttura del genere potrà avere non solo sul commercio di tutte le città del circondario, ma anche sul tessuto sociale. Il consorzio Asi ha fatto sapere che studi e verifiche hanno dimostrato come il “Parco” possa produrre effetti positivi sull’economia del territorio, che così si promuove a livello nazionale, con prospettive di sviluppo anche turistico. Inoltre in questa struttura, troveranno spazio anche le produzioni tipiche locali, che così avranno una vetrina di forte impatto, con positive ricadute sulle aziende locali. “Il progetto - ha dichiarato il sindaco Minervini - è consistente e quindi merita di essere attentamente valutato e seguito, perché è una grossa opportunità per inserire Molfetta in un circuito nazionale, capace di attirare investimenti nei settori terziario, tempo libero e turismo”. A questo punto però occorre fare una riflessione: nella zona Asi di Molfetta si stanno infrastrutturando 80 ettari, ebbene tra “Parco Tematico terziario” (26 ettari), l’ipermercato (13,5), e il “Country club” (5), il 50% sarà destinato al terziario e commercio. Si vocifera di opportunità di lavoro per diverse migliaia di persone. Ma che tipo di occupazione? Per le notizie che abbiamo, oltre ai vari camerieri, commesse, gelatai, baby-sitter, custodi e personale di pulizia, non s’intravedono figure professionali ad alto valore aggiunto. Allora è giusto chiedersi: ma è di questo che i nostri disoccupati, in gran parte diplomati e laureati hanno bisogno? E’ questa la vocazione della nostra città, di divenire prevalentemente luogo di consumo e una sorta di “sala giochi”?
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet