Recupero Password
Covid, ancora 883 positivi in una settimana a Molfetta in una Puglia ormai in zona gialla. I danni dei no vax
22 gennaio 2022

MOLFETTA – Sono 883 i positivi a Molfetta in una settimana, almeno quelli registrati dalla Asl, ma sicuramente sono molti di più, calcolando quelli che sfuggono al calcolo. Una situazione preoccupante che ha contribuito, con quella più complessiva della Puglia, a riportare la nostra regione in zona gialla.

Vediamo il quadro generale: il tasso d’incidenza settimanale passa da 2.072,3 casi per 100mila abitanti a 1.544,5, un primo segnale di stabilizzazione dell’attuale fase pandemica. I dati delle settimane precedenti sono stati ricalcolati tenendo conto dell’utilizzo dei test antigenici rapidi, di recente annoverati tra gli strumenti diagnostici al pari del tampone molecolare.

La campagna vaccinale continua a ritmi molto sostenuti su tutto il territorio. Negli ultimi sette giorni, nei punti vaccinali sono state somministrate oltre 93mila dosi di vaccino anti-Covid, di cui circa 70mila destinate ai richiami. Complessivamente sono state erogate alla popolazione dai 5 anni in poi 2 milioni e 766.687 dosi, di cui oltre 1 milione e 104mila prime dosi, 1 milione e 17mila seconde e 644.932 terze dosi.

Numeri corposi che stanno garantendo una copertura del 93%, sia con almeno la prima dose sia per il ciclo completo, ai residenti di Bari e provincia dai 12 anni in su. Particolarmente elevata la protezione garantita agli over 50, col 97% di vaccinati con doppia dose, così come è molto forte la copertura riguardante gli over 12 che abbiano completato il ciclo primario almeno quattro mesi fa. Il 75% dei residenti, infatti, ha già ricevuto la dose booster, una percentuale che sale all’87% per l’ampia fascia degli over 50 e al 93% per gli ultraottantenni.

Rilevanti le coperture anche tra le generazioni più giovani. Per la popolazione pediatrica, dai 5 agli 11 anni, la ASL Bari sta registrando un’adesione notevolissima, che ha raggiunto il 48% in tutta la provincia e il 53% nella sola città di Bari, più del doppio del dato nazionale (26,2%). Proprio il capoluogo svetta col 98% di vaccinati con prima dose (e 94% con ciclo completo) anche nella fascia 12-19 anni, a fronte – rispettivamente - del 95% e 90% nel territorio provinciale.

Assieme alla massiccia e convinta adesione della popolazione alla campagna vaccinale, con lo straordinario esempio offerto dai più anziani e dai più giovani, è di fondamentale importanza che tutti continuino a rispettare le basilari regole di prevenzione - igiene delle mani, distanziamento e uso delle mascherine – nei diversi contesti di vita sociale.

 

L'hub Cozzoli di Molfetta si conferma terzo hub dell'ex provincia, dietro solo a Bari e Altamura con oltre 127mila somministrazione dall'inizio della campagna vaccinale anticovid.

Il 94% della popolazione vaccinabile ha ricevuto il primo ciclo di due somministrazioni; il 75% ha provveduto alla dose "booster". Questi numeri sono importanti, specialmente di fronte alla campagna di falsità messa in atto dai no vax che poi affollano le terapie intensive degli ospedali togliendo posti a chi ha bisogno anche per altre patologie. Isolare sempre più i no vax è importante per la salute di tutti.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet