Recupero Password
Contrasti e lotte interne al Pdl impediscono la formazione della giunta a Molfetta In difficoltà il sindaco Azzollini che, avendo a disposizione solo i week-end liberi dalla sua attività parlamentare romana, non ha tempo a sufficienza per comporre i contrasti. Problemi anche con i giornalisti ai quali fa dichiarare che la formazione della giunta non gli lascia tempo nemmeno per rispondere a qualche domanda
16 maggio 2008

MOLFETTA - Ancora difficoltà per il sindaco Antonio Azzollini (foto) a quadrare il cerchio della nuova giunta. I contrasti all'interno della coalizione tolgono il sonno al sindaco che deve già barcamenarsi fra gli impegni romani e i week end molfettesi. Le richieste degli esponenti dei vari partiti non permettono di fare la quadra e il povero Azzollini non ha un attimo di respiro e di tempo, come ci dicono i suoi collaboratori. Azzollini non riesce nemmeno a rispondere alle domande dei giornalisti, avendo destinato ogni minuto libero a convincere i vari aspiranti ai posti di assessore e alle presidenze degli enti comunali. In questa situazione c'è da chiedersi: come farà ad amministrare la città. Per il vice sindaco sembra essere in dirittura d'arrivo il repubblicano Pietro Uva, mentre l'altro aspirante Mimmo Corrieri, dovendo rinunciare a questa poltrona, secondo alcune voci, avrebbe preteso la ben più prestigiosa e remunerativa carica di city manager, che verrebbe creata ex novo, a spese dei contribuenti. Se non riuscisse a spuntarla, andrebbe a ricoprire nuovamente la delega al bilancio e alle finanze. Difficilmente Mauro Magarelli (ex An, ora Molfetta in azione), penalizzato dalle urne, potrebbe essere ripescato nella giunta. Più probabile per lui la poltrona di presidente dell'Asm, per rimediare alla cattiva prova del suo predecessore. Magarelli avrà l'ingrato e difficile compito di rendere pulita la città. Altri nodi da sciogliere riguardano Tammacco, La Grasta, Petruzzella e Caputo, che vengono dati per sicuri, ma che litigano sulle deleghe, senza calcolare Nappi che, avendo perduto la presidenza dell'Asm, pretende un assessorato di peso, ma Azzollini non vorrebbe una spina nel fianco in giunta, un assessore che potrebbe creargli problemi. Poi ci sono Enzo Spadavecchia e Luigi Roselli, al primo dovrebbe essere confermato lo sport e al secondo andrebbe un assessorato minore, forse i servizi sociali, come premio per il “tradimento” dalla lista civica di De Cosmo. La soluzione calcistica dell'8-4-2 (Pdl – Molfetta in azione – MpA) scelta per l'assegnazione degli assessorati e delle presidenze non sembra soddisfare tutti gli appetiti. Insomma, tutto in alto mare, se non si riesce a quadrare il cerchio in questo fine settimana, si dovrà attendere il prossimo week-end del sindaco per tentare di varare la giunta. Una sola considerazione: meno male che si diceva che, in caso di vittoria, Mino Salvemini avrebbe avuto difficoltà a formare la giunta per la presenza di numerosi partiti nella sua coalizione. Invece sembra che la definizione di “Armata Brancaleone” si adatti meglio all'«Armata Azzollini», pochi, ma rissosi. Intanto si preannuncia il ricorso al Tar del consigliere Francesco Mangiarano (Udc), il quale sostiene che gli spetti un posto in consiglio comunale, essendo il candidato sindaco Mino Salvemini assegnatario di un seggio di diritto da detrarre da quelli della coalizione. Ma chi perde il seggio? A parere di Mangiarano dovrebbe essere Di Molfetta del Pd e questo seggio dovrebbe andare al candidato Udc, in quanto la legge non specifica se il seggio di Salvemini sostituisce il primo assegnato o il dodicesimo della coalizione. Insomma, un bel pasticcio che complica ancora di più l'insediamento del nuovo consiglio comunale, nel quale, tra l'altro, con la nomina degli assessori, dovrebbero approdare i primi degli eletti delle varie liste. Ma qualcuno di questi non è gradito ad Azzollini, il quale, per questo motivo, appare restio a concedere l'assessorato a chi, indirettamente, gli porterebbe in aula personaggi che potrebbero creargli problemi.
Autore: V. R.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""









Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet