Recupero Password
“Contagiamo gentilezza”, una lezione dei bambini agli adulti
15 giugno 2020

Conclusa con successo l’iniziativa “Contagiamo gentilezza” avviata dalla maestra Angela Paparella, con “Quindici” media partner, che ha messo a disposizione uno spazio all’interno del quotidiano on line, dove sono raccolte le decine di lettere scritte dai bambini delle classi 3D e 3E della scuola “Cesare Battisti” nel periodo della quarantena da coronavirus. Tutto è cominciato dal racconto “Coronello, il virus birbantello”, scritto da una maestra del comasco, (una delle prime zone in cui è stato necessario bloccare ogni attività), per spiegare ai suoi piccoli alunni di terza elementare perché non si poteva andare più a scuola. Nel racconto, i bambini sconfiggevano Coronello, contagiando, a loro volta, GENTILEZZA, attraverso biglietti che distribuivano agli abitanti della loro città. Dopo aver lavorato a distanza sul racconto, l’idea che si è fatta strada è stata proprio quella di dar vita al progetto “CONTAGIAMO GENTILEZZA”, per rendere i bambini delle classi terze SEZ. D ed E della scuola primaria Cesare Battisti di Molfetta, in cui insegno, protagonisti attivi in questo momento difficile, “diffusori” di speranza. A loro è stato proposto di contagiare speranza scrivendo biglietti con pensieri gentili, da inviare a varie categorie di persone: nonni e anziani, amici e parenti, ma anche dottori e ammalati, vicini di casa, Vescovo, Sindaco, commercianti, forze dell’ordine, abitanti della loro città... I bambini hanno accolto con vivo entusiasmo la proposta, dando vita a questa forma di comunicazione “resiliente” e senz’altro positiva per la comunità scolastica e civile. Infatti, lo scopo è stato quello di far circolare, sotto forma di biglietti con pensieri gentili, una corrente di incoraggiamento e di vicinanza che parta proprio dai più piccoli, per rinsaldare il senso di comunità che, nel periodo di forzato isolamento sociale, rischiava di sfilacciarsi a vantaggio del sospetto reciproco e della paura. Inoltre, questo percorso si è proposto l’ambiziosa finalità di indurre anche gli adulti, attraverso l’esempio dei bambini, a forme di comunicazione virtuose che promuovano, anziché denigrare, l’altro. “Nei biglietti gentili dei bambini, compare tutta la profondità del loro mondo, lo sguardo fiducioso e pulito sugli adulti, la recezione di una responsabilità collettiva, che per primi sentono e invitano a vivere, mediante il rispetto delle regole – come scrive Angela Paparella”. Si è pensato di pubblicarli, dando spazio, di volta in volta a categorie diverse di destinatari, in modo tale da far arrivare davvero a tutti i loro semplici messaggi, e contestualmente avviare, con chi è disponibile, un confronto e un dialogo fecondi, regalando così, attraverso le risposte degli adulti, un ritorno di gentilezza ai nostri piccoli. Chi ha piacere di leggerli, può andare sul sito di “Quindici” (www. quindici-molfetta.it) e cliccare a destra sul logo di “Contagiamo gentilezza”, oppure direttamente http://www.quindici-molfetta.it/Speciali-List. aspx?Id_Speciale=8 © Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet