Recupero Password
Carmela Minuto (Udc): a Molfetta occorre ridurre i consorzi
29 agosto 2008

MOLFETTA - La consigliera comunale Carmela Minuto dell'Udc ha rivolto un'interrogazione inviata al presidente del consiglio comunale di Molfetta. «Fra poco più di un mese scade il termine per scegliere di quale consorzio il Comune di Molfetta può fare a meno – scrive la Minuto -. Ciò deriva dall'applicazione di una norma della Legge Finanziaria 2008 e rientra tra i provvedimenti della così detta "Riduzione dei costi della politica". Il Comune di Molfetta aderisce a ben tre consorzi (non obbligatori): Consorzio ASI, Consorzio Conca Barese (Patti Territoriali) e Consorzio Teatro Pubblico Pugliese. Dovranno essere disdette le partecipazioni a due consorzi su tre e sicuramente il consorzio da salvare sarà l'ASI ma dall'amministrazione comunale non giungono notizie. Spesso la nostra amministrazione si è distinta per aver ignorato dei precisi obblighi normativi finalizzati alla trasparenza ed al buon andamento (vedi la nomina di un dirigente esterno senza modificare la previsione del fabbisogno di personale, senza l'attivazione di una selezione pubblica e senza tener conto dell'eventuale esistenza di risorse umane all'interno con professionalità adeguate) o a garantire le pari opportunità (vedi la mancata presenza di donne in giunta) ed allora ho inviato una interrogazione consiliare che qui riporto in modo tale che prima di fare la predica del rispetto delle leggi all'Ipercoop sia la stessa nostra amministrazione a dare il buon esempio. Il comma 28 dell'art.2 della L.244/2007 così recita: “Ai fini della semplificazione della varietà e della diversità delle forme associative comunali e del processo di riorganizzazione sovracomunale dei servizi, delle funzioni e delle strutture, ad ogni amministrazione comunale è consentita l'adesione ad una unica forma associativa per ciascuna di quelle previste dagli articoli 31, 32 e 33 del citato testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, fatte salve le disposizioni di legge in materia di organizzazione e gestione del servizio idrico integrato e del servizio di gestione dei rifiuti. A partire dal 30 settembre 2008, se permane l'adesione multipla ogni atto adottato dall'associazione tra comuni è nullo ed è, altresì, nullo ogni atto attinente all'adesione o allo svolgimento di essa da parte dell'amministrazione comunale interessata. Il presente comma non si applica per l'adesione delle amministrazioni comunali ai consorzi istituiti o resi obbligatori da leggi nazionali e regionali”. Le forme associative di cui agli artt. 31, 32 e 33 del D.Lgs. 267/2000 sono i consorzi, le unioni di comuni e l'esercizio associato di funzioni e servizi. Il nostro Comune è interessato solo dalla fattispecie indicata all'articolo 31 in quanto aderente a diversi consorzi: i due consorzi obbligatori per la gestione del servizio idrico e della gestione rifiuti, oltre al Consorzio Area Industriale (ASI), al Consorzio Conca Barese (Patti Territoriali) ed al Consorzio Teatro Pubblico Pugliese. Dovendo ridurre le adesioni ad una sola entro il 30 settembre p.v. si chiede di conoscere quali iniziative intende intraprendere l'amministrazione comunale e da quali consorzi intende recedere tra ASI, Patti Territoriali e Teatro Pubblico Pugliese».
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet