Recupero Password
Capodanno: attenti al pericolo dei botti. Le misure per evitare incidenti
30 dicembre 2003

MOLFETTA – 30.12.2003 Capodanno: non rovinarti la festa! E' il messaggio che ha voluto lanciare quest'anno la Polizia di Stato per stimolare più cittadini possibile a non far precipitare i festeggiamenti di San Silvestro. La notte più lunga dell'anno è oramai alle porte. Mancano pochissime ore al conto alla rovescia che scandirà gli ultimi secondi di vita del 2003, dando alla luce una nuova e lunga annata. Fervono i grandi preparativi, tra ricchi menu per il veglione, la risata facile al gusto di un “bollicinoso” champagne, messaggi di pace per l'anno venturo, sale da ballo elegantemente vestite per i giri di danze, e giochi di carte per gli appassionati in materia. Insomma, come ogni tradizione che si rispetti, anche gli allegri giorni di fine anno si portano dietro le proprie storie, usi gastronomici, e singolari ritrovi. Ma, croce e delizia, accanto a questi lieti e sereni appuntamenti, confermati ogni anno nelle proprie particolarità, esiste anche un altro lato della medaglia, più oscuro e amaro. A tutti, e in qualsiasi occasione, piace infatti fermare lo sguardo sui giochi di luci e di colori creati dai fuochi d'artificio; ed è tradizione diffusissima ormai festeggiare l'arrivo del nuovo anno con spettacolari giochi pirotecnici. Ancora, sarà capitato a tutti di notare, nei giorni che precedono la grande festa, bancarelle improvvisate tra le vie delle città, stracolme di dispositivi di ogni genere, colore, e sonorità. I bilanci tracciati dai dipartimenti di pubblica sicurezza, hanno segnalato, negli ultimi anni, una rilevante diminuzione delle vittime da giochi pirotecnici, cui ha contribuito anche una efficace operazione di maxi-sequestro del materiale. Ciò non toglie che c'è ancora molto da fare, soprattutto nella nostra Regione (non annoverata tra quelle che hanno compiuto ingenti progressi). La consueta preoccupazione per i botti killer torna così anche quest'anno, inseguita da specie intimidatorie che riconducono i loro nomi, in qualche modo, alle minacce e alle paure scatenate nel corso degli anni sullo scenario internazionale. Per fare qualche esempio: la “Bomba Osama”, dal nome dello sceicco del terrore, la “Bomba Saddam”, che ricorda il sanguinario dittatore dell'Iraq, e il “Kamikaze”, l'ultimo e pericolosissimo grido in fatto di giochi pirotecnici vietati, venduto a 300 euro e contenente anche fino a 3 chili di esplosivo. La Polizia, ricorda che anche i giochi pirotecnici che possono sembrare innocui, se non utilizzati in maniera corretta, possono essere pericolosi. Gli incidenti più gravi derivano infatti, quasi sempre, dalla mancata adozione delle misure di sicurezza imposte dalla legge. Bisogna continuare ad insistere con le campagne di prevenzione e informazione, e bisogna altresì cominciare a immettere sul mercato ricette alternative di festeggiamento. Un'idea già sperimentata dalla Polizia di Stato e riproposta quest'anno con uno slogan mirato e intelligente: Prima di bruciare la tua vita... pensaci! Un'importante reclame lanciata dagli attori della fiction “La Squadra” che hanno collaborato alla produzione dei video: una telefonata, partono le volanti per un sopralluogo in un capannone, e quando si apre la porta gli attori-poliziotti si trovano davanti un gruppo di ragazzi che ha deciso di festeggiare la fine dell'anno in piena sonorità… si ma quella di alcuni strumenti musicali!!! Mi sembra d'obbligo segnalare il sito www.poliziadistato.it dove si potrà leggere e apprendere ancora molte informazioni sulle modalità di utilizzo dei fuochi pirotecnici, sulle qualità proibite e quelle consentite, e sulle precauzioni da tenere a mente prima e durante l'uso. Sperando che il nostro appello riesca a porre fine alle guerre di fine anno combattute con questi botti fatali, affidiamo ai nostri lettori il miglior augurio di buona fine e buon principio! Felice e sereno 2004 a tutti. Lucrezia Pagano
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet