Recupero Password
Buco di qualche milione di euro nelle casse comunali? Il centrodestra lamenta una “grave” situazione dei conti pubblici lasciata in eredità dalla precedente amministrazione…di centrodestra
30 luglio 2006

MOLFETTA - Ci sarebbe un buco dell'ammontare di qualche milione di euro nelle casse comunali a turbare il sonno della nuova amministrazione guidata da Antonio Azzollini che, nel pomeriggio di venerdì prossimo (compatibilmente con gli impegni parlamentari del sindaco/senatore), in occasione dell'insediamento del nuovo Consiglio Comunale, prenderà ufficialmente il via. Stando alle voci che giungono dal Palazzo, dunque, la giunta comunale di centrodestra avrebbe trovato una sgradita ed inattesa sorpresa dal momento che i conti pubblici sarebbero tutt'altro che in ordine e starebbero già creando non poche difficoltà alla nuova amministrazione che ha dovuto, per esempio, accantonare ogni iniziativa per l'Estate Molfettese, mancando risorse disponibili. Una situazione certamente “grave” (come la definiscono, senza mezzi termini, alcuni esponenti della Casa delle Libertà) ma che ci induce ad una semplice ed ovvia domanda: chi ha gestito il bilancio comunale in questi anni? Il ritornello del “buco di bilancio” lasciato dai predecessori è un argomento sempre utilizzato, a tutti i livelli, dalle nuove compagini governative che succedono a coalizioni dal colore politico diverso, ma è alquanto curioso che a sostenere oggi qualcosa del genere sia chi in questi anni ha amministrato in prima persona i conti pubblici, respingendo sempre con veemenza le critiche di chi, dall'opposizione, rilevava una gestione opinabile delle risorse comunali. Non dimentichiamo, infatti, che assessore al Bilancio, per circa quattro anni, nella giunta di centrodestra guidata da Tommaso Minervini, è stato Mauro Magarelli, attuale assessore all'Ambiente di Alleanza Nazionale, e che, nell'ultimo scorcio della scorsa consigliatura, a tenere i “cordoni della borsa” dell'amministrazione è stato proprio Antonio Azzollini, attuale primo cittadino. Possibile che solo ora si rendano conto della “grave” situazione delle casse comunali? “A gestire tutto negli anni scorsi è sempre stato Tommaso Minervini” è questa l'unica risposta fornita, oggi, dagli attuali amministratori che, ben lungi dall'assumersi le proprie responsabilità o dal fare autocritica, si cimentano nel giochino più diffuso di questi tempi all'interno della Casa delle Libertà: scaricare la colpa di ogni nefandezza sul precedente primo cittadino sostenuto proprio da tutti i partiti di centrodestra, quasi che Alleanza Nazionale, Forza Italia ed Udc non fossero rappresentati nella giunta guidata dall'ex sindaco e non ricoprissero importanti cariche all'interno dell'amministrazione. Non sarebbe più onesto riconoscere i propri errori?
Autore: Giulio Calvani
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""





Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet