Recupero Password
Molfetta calcio in rodaggio, il Levante con troppo carattere CALCIO - Dopo 5 gare, più luci che ombre per le molfettesi
15 ottobre 2001

Avvio in sordina per la squadre molfettesi impegnate nel torneo di Prima categoria. Sia il “Molfetta calcio” che il “Levante”, nelle prime cinque gare di campionato, hanno mostrato entrambe buone cose e lacune, che sicuramente potranno essere colmate col proseguo del torneo. Il “Molfetta calcio” in otto gare ufficiali, comprese le tre di Coppa, pur non subendo mai gli avversari, infatti, non ha mai perso, è apparsa non ancora convinta, quasi in rodaggio. La squadra del presidente Spezzacatena, a ragione è considerata la compagine più attrezzata del girone, quindi con le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista. Ma per ora deve fare i conti e pagare lo scotto per un campionato “rognoso”, come quello di Prima categoria, dove in campo si assiste ad un unico tema tattico: difese arroccate e il classico palla lunga e pedalare. Inoltre la mancanza di giudici di linea impone un atteggiamento attento, perché in questi tornei gli svarioni arbitrali nel valutare i fuorigioco si sprecano. Questo significa che una squadra corta, come il “Molfetta calcio” che tenta di far gioco, deve fare a meno della tattica del fuorigioco e adeguarsi agli avversari. Difficoltà quindi d'adattamento, per un organico che potrebbe ben figurare nella serie superiore. Nonostante ciò è ben visibile in campo la consistenza della squadra. Tra i pali Mastrorilli è una garanzia, la difesa non fa sconti a nessuno con i vari Gadaleta, Tuberoso, Sigrisi e Peragine, a centrocampo Belviso a dettare i ritmi e un attacco che ha in Brattoli il punto di riferimento. Una squadra che ha margini di miglioramento e che aspetta un apporto consistente da parte di Carlucci, un centrale dal tiro possente, e soprattutto di Di Vittorio, giocatori che forse più degli altri stanno faticando a adattarsi al clima della Prima categoria. Chi invece ha dimostrato di non avere problemi sono l'attaccante Facchini e il laterale Modugno, due atleti che per struttura fisica trovano subito la condizione fisica. Da segnalare la buona volontà degli esterni Minervini e Iovine. I nove punti in classifica a 4 dalla capolista Corato (prossimo avversario), 5 reti fatte e due subite, danno l'idea della consistenza e delle potenzialità della squadra che comincia a richiamare al “P. Poli” un pubblico, anch'esso in crescita. Anche il Levante nelle prime giornate a fatto parlare di se. Non tanto per le prestazioni in campo, quanto per le troppe espulsioni che purtroppo, hanno penalizzato la squadra molfettese. La squadra di mister Giancaspro ha puntato ad una partenza sprint e ci poteva riuscire se non fosse stata fermata da arbitraggi sfacciatamente casalinghi, ma anche da alcuni giocatori che evidentemente non sanno tenere a freno sia la lingua che le mani. Nelle trasferte di Sannicandro e Foggia, i molfettesi dopo essere passati in vantaggio, dopo il pareggio si sono innervositi consentendo agli avversari in superiorità numerica di ribaltare il risultato. Un vero peccato perché il Levante è apparsa una squadra spregiudicata che ha in Franklin, Buccheri e Petruzzella le espressioni migliori e che pratica un gioco a tratti piacevole. I 7 punti in classifica grazie a 2 vittorie e un pareggio, gli 11 gol fatti e i 9 subiti, sono numeri promettenti per un torneo che potrebbe riservare delle soddisfazioni per la società e la squadra, lingue e mani permettendo. In Seconda categoria, avvio positivo per la “Mazzola” che a 9 punti ( 3 vittorie e 2 sconfitte. 13 reti fatte e 6 subite), assapora l'ebbrezza dell'alta classifica. Quest'anno mister Azzollini ha messo su una squadra che coni vari Antonio La Mastra, Nicolò Messina, Luigi Minervini e Pietro Di Gioia ( 5 reti nell'unica gara giocata), punta ad essere protagonista. La Pro Molfetta invece, con soli 4 punti (una vittoria, un pareggio e tre sconfitte, 10 reti fatte e 13 subite) deve già guardarsi attorno. Francesco del Rosso
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet