Recupero Password
BASKET - Coppa Italia: Centro Auto Ford Molfetta – Granoro Corato 80 – 71
13 settembre 2007

MOLFETTA: Maggi (5); Teofilo (8); Leo (5); Labate (18); Storchi (10); Parrino (3); Spadavecchia (n.e.); Ungano (n.e.); Scorrano (11); Panunzio (n.e.); Gadaleta (n.e.); Capitanelli (20). Coach: Carolillo. CORATO: Albertinazzi (14); Graziani (4); Onetto (11); Polselli (8); Motta (18); Dilani (n.e.); Cozzoli (9); Leo (7); Resta; Piccinni (n.e.); Castro (n.e.). Coach: Meneguzzo. Parziali: 17-22; 32-36; 55-49; 80-71. ARBITRI: Marco Leggiero di Brindisi e Francesco Lavino di Mesagne. NOTE: Spettatori 400 circa con 50 tifosi ospiti. MOLFETTA - La prima uscita ufficiale della Virtus Molfetta regala al pubblico del “PalaPoli” una prima affermazione netta, importante e di prestigio perché raggiunta ai danni del Corato nel primo derby stagionale. Molfetta scopre la Virtus targata “2007/2008”, una squadra apparsa compatta, solida e grintosa, scopre Capitanelli, autore di una prestazione maiuscola, che ha chiuso la gara con 24 di valutazione a fronte dei 20 punti realizzati e 9 rimbalzi effettuati. Una Virtus che sa soffrire, sembra arrancare ma al momento giusto sfodera il carattere necessario per capovolgere l'inerzia del match. Carolillo metteva in campo Maggi, Teofilo, Leo, Labate e Storchi mentre Meneguzzo schierava Albertinazzi, Onetto, Polselli, Leo e Motta. Labate battezzava la gara prima che gli ospiti prendessero le redini del gioco. A metà quarto la Virtus pareggiava dalla lunetta con Storchi ma durava poco perché Albertinazzi colpiva da 3. Fuori Teofilo, Storchi e Maggi, dentro Scorrano, Capitanelli e Parrino ma non si avvertiva nessun cambiamento. Sul finire del tempo un'azione da 3 di Polselli fissava il risultato sul 17-22. All'inizio della seconda frazione si accendeva la luce di Capitanelli che nel giro di 2 minuti portava i suoi sul 21-24 prima che Teofilo per quattro volte a segno dalla lunetta portasse Molfetta in vantaggio. Nella seconda metà del quarto Corato, rinvigorito da un affondo di Polselli si portava sul +5 grazie alla buona regia di Albertinazzi. Si andava al riposo lungo sul 32-36. Corato faceva ancora da lepre alla ripresa delle ostilità, la Virtus trovava pochi varchi in attacco. A metà quarto Maggi (4° fallo) cedeva il posto a Parrino (ottima prestazione). Era proprio il nuovo entrato che riportava avanti Molfetta. La sua tripla dava la scossa alla gara: Labate con due triple dava alla Virtus il +7, Capitanelli era quasi inarrestabile sotto canestro: i suoi ganci facevano sedere la difesa del Corato in più di un'occasione. Si andava all'ultimo quarto sul 55-49. Era il momento migliore del Molfetta. Scorrano apriva gli ultimi dieci minuti con la tripla del +9 e lui stesso con un 2/2 ai liberi lanciava i suoi sul +12. Da qual momento la Virtus gestiva grazie alla grinta di Capitanelli e all'eleganza del principe Labate che metteva una tripla per disilludere le residue speranze avversarie. Capitanelli impreziosiva la sua prova con l'ultima tripla della serata. Alla fine il tabellone diceva 80-71 per Molfetta. La Virtus scenderà in campo, per il secondo turno di Coppa Italia, domenica 16 alle ore 19,00 presso il pala Dolmen di Bisceglie per un altro derby dal sapore particolare.
Autore:
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
....ho seguito con attenzione questo forum e purtroppo quando mi si tira in causa contrariamente a qualche altro, IO HO GLI ATTRIBUTI per rispondere in chiaro. E' evidente caro il mio MAGICO SA SA che sei uno che gira tra la tifoseria e quindi nei nostri ambienti, spacciandoti magari VERGOGNOSAMENTE per un amico. Beh non lo sei anzi sei un ipocrita ed anche vigliacco!!!!....Perchè???!!! Te lo spiego subito; primo perchè ti nascondi dietro un falso nome e non hai le P... per farti riconoscere e poi perchè, magari, quando ci sono le riunioni non hai il coraggio di dire quello che scrivi. Comunque caro SA SA TU SEI IL MIO INCUBO perchè sei come un traditore. Ti fingi amico e poi pugnali tutti alle spalle, anche chi ti da la possibilità, magari, di vedere la VIRTUS Gratis!!!!!....o sbaglio???!!!!....altro che poche parol a buon intenditor. Cerca di connettere il cervello alla lingua quando parli cosi eviti di dire stron.....!!!infine ti sei permesso di criticare Melissa che dà anima e cuore per organizzare al meglio le uscite della tifoseria, perchè invece di criticare non vieni ogni sera al Pala come fa lei insieme al solito gruppo de fedelissimi, per dare una mano vera e non falsa!!???? Dovresti conoscere veramente i capi ultras ed allora ti accorgeresti che melissa è un agnellino a confronto....altro che arroganza, non avresti la possibilità neanche di fiatare CARO MAGICO SA SA.....Ma io sono fiducioso e sono certo che prima o poi gli attributi li uscirai ed avrai il coraggio di farti riconoscere....tanto è questione di tempo perchè contrariamente a quello che pensi IO SO' CHI SEI.....CARO IL MIO SA SA..... Buon diverimento. leonardo scardigno GM-Virtus Per quindici....Vi invito a pubblicarla interamente.Grazie







Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet