Recupero Password
BASKET - Acquaviva Casagiove – Centro Ford Molfetta 60-66
30 gennaio 2005

MOLFETTA – 301.2005 CASAGIOVE: Santoro 13, D'Orta 8, De Giulio ne, Delvecchio 19, Mattuozzo 9, Farina, Esposito ne, Terracciano ne, De Maio ne, Tammaro 11. MOLFETTA: Gramajo 21, Gesmundo 3, Cozzolino, Biasi 2, Colucci, Teofilo 14, Rosito 10, Canzonieri 16, Liguoro ne, Iannone ne. Molfetta ottiene i due punti dalla trasferta in terra casertana contro Casagiove, ma il risultato è una dei pochi elementi positivi della gara per i bianco-azzurri. Il motivo è semplice, cioè che Molfetta attualmente non è una squadra, e non è nemmeno un gruppo, è piuttosto un insieme di solisti che, ovviamente, non può giocare in maniera affiatata ed efficace. Si spiega così la serie di prestazioni negative, tra cui è da inserire anche quella contro Casagiove, di cui il Centro Ford si è reso protagonista, e che non fanno ben sperare per il resto della stagione. Casagiove, dal canto suo, ha disputato la sua onesta partita, sopperendo al gap tecnico che lo separa dal team di coach Carolillo, proprio con quella compattezza di squadra e quello spirito di gruppo che manca ai molfettesi. Sulla gara non c'è tantissimo da dire: i padroni di casa partono fortissimo, trovano subito due canestri pesanti, di cui uno sulla sirena dei 24”, e volano in un amen sul 7-1. Molfetta comincia a difendere forte, e trova quattro recuperi consecutivi che lanciano Rosito in contropiede: quattro azioni identiche, otto punti in fila per la guardia del Centro Ford (8-9). Molfetta, però, ha difficoltà a costruire azioni manovrate, né può affidarsi sempre al contropiede, e così arriva un parziale di 16-0 per l'Acquaviva (23-9), con ben 9 punti del pivot Delvecchio. La reazione della squadra del presidente Bellifemine è obbligatoria, e così, specie con i lunghi Gramajo (nella foto) e Canzonieri, il Centro Ford rosicchia punto su punto (29-21), poi due triple di capitan Gesmundo e Gramajo, ed una penetrazione con libero aggiuntivo di Teofilo, riportano Molfetta in scia (31-30), al termine del primo tempo. Il secondo tempo è tutto punto a punto, con gli ospiti che tentano l'allungo(vantaggio massimo di 6) e Casagiove a ricucire. La sostanza è che si arriva all'ultimo minuto sul 58-60. Canzonieri (4/4) e Teofilo (2/2), sono glaciali dalla lunetta, nel finale, sul fallo sistematico e gli ultimi tentativi dell'Acquaviva si infrangono sul ferro. Vince Molfetta, ma i segnali non sono incoraggianti, a meno che la squadra non ritrovi compattezza e spirito di gruppo:solo così si potrà puntare a traguardi ambiziosi. Michele Bruno
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet