Recupero Password
Azzollini, non ho fatto né farò accordi con nessuno Spera ancora nella vittoria al primo turno, eventualmente preferirebbe il ballottaggio con il centro sinistra
28 maggio 2006

MOLFETTA - Ha atteso la seconda metà della giornata per esprimere il suo voto, il Sen. Azzollini (nella foto), candidato sindaco per la Casa delle Libertà. Da sempre poco attento alla forma, lui stesso ha definito wild il suo look per questa calda giornata elettorale, non appare stanco o in ansia per il risultato di domani. Sulla vittoria al primo turno spera ancora: “È alla nostra portata – dichiara a Quindici on line - possiamo farcela”. E se, invece, ci fosse da affrontare il ballottaggio, si prospettano accordi, magari con quel Pino Amato così poco convinto nel sostenere il suo di candidato, Maria Antonia Tulipano? “Questa storia sta cominciando a darmi fastidio. Ribadisco che non ho fatto accordi di sorta con Pino Amato o con altri. Che il voto disgiunto ci possa essere è fisiologico, ho lanciato più di un appello ai moderati perché si esprimano nei miei confronti, ma accordi elettorali e politici non ne ho sottoscritti né ne sottoscriverò in futuro”. Tiene anche a precisare, mentre, avviandosi verso il suo seggio, stringe mani e raccoglie più di un “in bocca al lupo”, che accordi, come in città qualcuno mormora, non ci saranno nemmeno ed eventualmente con Tommaso Minervini. “Lui ha fatto la sua scelta, ora non si può tornare indietro”. E se il primo turno non fosse sufficiente, quale antagonista preferirebbe? “Intanto, in città, anche i miei avversari mi danno avanti a tutti; poi, io sono per le cose nette, per gli schieramenti ben definiti, mi piacerebbe che si trattasse di una competizione chiara fra centro destra e centro sinistra, senza gli equivoci di “progetto civico”, che poi si è anche andato squagliando nel proseguire della campagna e ha rivelato la sua vera natura”. Al seggio lo riconoscono tutti e si mettono con lui in posa per la foto. C'è il tempo di un'ultima battuta, di soddisfazione per la buona affluenza e per la regolarità delle operazioni di voto. “Mi fa piacere, sì, mi fa piacere che tutto stia procedendo bene”, lo afferma con il solito tono di voce roboante, stringendo le ultime mani.
Autore: Lella Salvemini
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet