Recupero Password
Arriva l'assistenza sanitaria domiciliare Finalmente un servizio utile ai cittadini che gli enti pubblici non assicurano
15 dicembre 2003

Finalmente un servizio sociale utile, quello dell'assistenza domiciliare sanitaria, di cui si sentiva la mancanza, a fronte di una grande domanda da parte della popolazione che gli enti pubblici non riescono o non vogliono soddisfare. Sei mesi fa a Bisceglie è nata una nuova cooperativa denominata “PROGETTO ASSISTENZA” che si occupa essenzialmente di assistenza infermieristica domiciliare, che offre la possibilità agli ammalati di trovare risposte ai loro problemi il più possibile complete e vicine all'ambiente di vita quotidiana è indice di civiltà. La PROGETTO ASSISTENZA, è nata grazie alla collaborazione e l'esperienza di un gruppo di infermieri professionali, che da anni operano in diverse realtà al servizio di malati e/o bisognosi di cure. Da molte ricerche effettuate è emerso, infatti, che le persone preferiscono essere curate, quando è possibile, a casa. Ovviamente la realizzazione di questo obiettivo necessita di una organizzazione capace di far arrivare al domicilio delle persone ammalate professionisti competenti, che forniscano prestazioni in grado di far fronte ai fabbisogni delle persone. Lo SCOPO è quello di organizzare nel territorio un sistema di cure primarie, in grado di fornire ai cittadini, prestazioni di qualità individuando percorsi appropriati con particolare attenzione ai soggetti più fragili (anziani, portatori di handicap, pazienti terminali ecc…) e ai loro bisogni di salute, fornendo un'assistenza globale e finalizzata a mantenere o recuperare il benessere fisico, psichico e sociale. Questo modello assistenziale, così come è stato strutturato ha certamente risposto a questo bisogno e ha dato al modello organizzativo generale un carattere di omogeneità ed organicità agli interventi. Esso costituisce una innovazione nell'ambito dell'assistenza perché, se correttamente interpretata, può costituire una opportunità capace di agire con efficacia sulla qualità della vita dei pazienti e sui rischi di ospedalizzazione impropria. Per fare ciò la PROGETTO ASSISTENZA ha deciso di collaborare attivamente con strutture sanitarie pubbliche e private, medici specialisti e medici di famiglia collaborando insieme nella scelta strategica di processi clinico-assistenziali nel reciproco rispetto e riconoscimento delle specifiche professionalità. La cooperativa si avvale, oltre alla figura dell'Infermiere Professionale, anche di altre figure anch'esse necessarie per offrire un servizio più completo, ovvero Fisioterapisti, Assistenti Sociali, Operatore Tecnico addetto all'assistenza, Assistenti Geriatrici, Assistenti Neonatali, Assistenti ai Disabili, Operatori domestici e Autisti. Il Servizio si rivolge a soggetti parzialmente autosufficienti e non autosufficienti che necessitano dell'intervento infermieristico per situazioni complesse e multifattoriali (es: difficoltà respiratorie, nella mobilizzazione/deambulazione, nell'alimentazione/eliminazione, interventi su lesioni di continuo a vari stadi di guarigione, interventi terapeutici di elevata complessità, gravi postumi di emorragia cerebrale, incapacità motoria). Le principali funzioni di questo Servizio sono quelle di prevenire le malattie, assistere i malati e i disabili di tutte le età, svolgere attività di educazione sanitaria. Gli interventi non sono limitati pertanto a singole prestazioni tecniche come ad esempio le iniezioni, le medicazioni, i prelievi, ma anche ad interventi di supporto relazionale alle persone malate ed alla loro famiglia, a scopo educativo e di insegnamento (come, ad esempio, l'educazione al corretto uso dei presidi, la prevenzione delle lesioni da immobilizzazione) e di supporto e accompagnamento nella fase terminale della malattia, in collaborazione con gli altri servizi del territorio, all'interno di un programma di assistenza personalizzato. Gli infermieri forniscono pertanto prestazioni assistenziali di tipo occasionale (prelievi, iniezioni di alcuni farmaci, fleboclisi, medicazioni semplici e complesse, clisteri ….) e prestazioni in forma continuativa (che comprende le prestazioni infermieristiche di base, per esempio controllo pressorio, somministrazione terapia orale ed intramuscolare, applicazione fasce semplici e bende) le quali vengono fornite a tutti quei pazienti per i quali si è definito assieme al medico di famiglia o ad altri medici specialisti e agli altri operatori sanitari e sociali un piano di presa in carico assistenziale a domicilio. Tutto questo per soddisfare un'esigenza molto sentita dal cittadino, che purtroppo tutt'oggi persiste nel nostro territorio.
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet